Il Milan ha raggiunto l'accordo con il Valencia per il prestito oneroso del difensore francese Adil Rami, che giungerà a Milanello già nelle prossime ore per sostenere le visite mediche ed iniziare ad allenarsi con i nuovi compagni.

L'affare si è concluso quest'oggi sulla base di 400 mila euro per il prestito, con una clausola per il riscatto da versare a giugno pari a 6 milioni di euro.

I tredici gol fin qui subiti in campionato, la condotta di Mexes contro la Juventus e le conseguenti 4 giornate di squalifica comminate al transalpino oltre alla generale insicurezza di tutto il reparto arretrato degli uomini di Massimiliano Allegri, hanno spinto l'Ad Adriano Galliani a chiudere rapidamente la trattativa.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

Rami, che non potrà disputare gare ufficiali fino al prossimo gennaio (bisognerà attendere l'apertura della finestra invernale di Calciomercato, ndr.), era stato messo fuori rosa nelle ultime settimane, dopo la rottura con il tecnico serbo Dukic, insultato pesantemente e pubblicamente.

Non sono bastate le scuse ufficiali del francese presentate alla società, che non è riuscita nel tentativo di risanare una situazione ormai compromessa all'interno dello spogliatoio.

A nulla sono valsi i tentativi di Roma e Napoli che si erano già messe in contatto con l'entourage del calciatore, pronte a rilevarne l'interno cartellino già a gennaio.

Rami, 27enne nativo di Bastia, è un difensore dall'importante stazza fisica e con un discreto senso del palleggio che gli consente di impostare l'azione già nella propria metà campo ed è inoltre dotato di un gran tiro dalla distanza; il transalpino punterà a ritagliarsi un posto da titolare nella difesa del Milan, con l'obiettivo di rientrare nel giro della nazionale in vista dei mondiali in Brasile del 2014.