Il Verona, che ha trionfato in quel di Bologna contro la compagine felsinea, è una squadra che disputerà senza dubbio un campionato di grande spessore. L' 1-4 finale conquistato allo stadio Dall'Ara di Bologna, in una gara valida per la settima giornata del campionato di Serie A, non ammette deroghe: l'undici scaligero è pronto per affrontare al meglio ogni singola partita che si presenterà in futuro.

Da ricordare la prova davvero eccellente di Iturbe, fantasista paraguaiano col passaporto argentino, che ha fatto letteralmente ammattire tutta la retroguardia bolognese.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Teniamo però in considerazione il fatto che la squadra di Pioli attualmente non sta attraversando un buon momento di forma; lo dimostrano le 12 reti subite nelle ultime tre partite.

Giù il cappello comunque davanti a questo Verona, ed alle performances di Cacciatore, Iturbe, Toni e Jorginho autori delle quattro reti con le quali gli scaligeri hanno abbattuto  la strenua difesa felsinea. Ad addolcire l'amara pillola che ha dovuto mandar giù la squadra emiliana, è stata la rete su rigore realizzata da Diamanti.

Con questa vittoria il Verona sale a quota 13 punti in classifica, nelle zone alte della stessa. Mentre il Bologna resta nei bassifondi a quota 3. Assieme alla Samp. Traballa la panchina del tecnico Pioli.

Il tecnico dell'Hellas Verona, Andrea Mandorlini, ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni al termine della gara vinta contro il Bologna. Ecco quanto evidenziato ai microfoni di Sky Sport: "Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e l'abbiamo affrontata bene.

I migliori video del giorno

Abbiamo giocato una grande partita e siamo molto contenti di arrivare alla sosta con questa classifica. Abbiamo dei giovani di grandi prospettive che stanno facendo bene, ma è tutta la squadra che sta dimostrando di saper giocare molto bene. Siamo contenti di essere partiti bene e di giocare questo tipo di calcio e non pensiamo a nient'altro. Jorginho? La sua crescita passa anche da prestazioni come quella di Torino dove deve sacrificarsi in marcatura. Iturbe? È un ragazzo con qualità importanti, ma bisogna dargli il tempo di crescere e migliorare senza pressioni. - continua Mandorlini parlando del ritardo - So solo che abbiamo fatto ritardo perché c'era molta gente che andava allo stadio. Non so cosa sia successo, ma non credo che centrino i nostri tifosi. Poi valuterà chi ha il compito di farlo".

Ecco di seguito il Tabellino di Bologna-Verona 1-4 :

Bologna (4-3-1-2): Curci; Garics, Sorensen, Antonsson, Morleo; Kone, Perez (68' Acquafresca), Della Rocca (46' Laxalt); Diamanti; Bianchi (40' Moscardelli), Cristaldo.

A disp.: Agliardi, Stojanovic, Radakovic, Mantovani, Cech, Crespo, Christodoulopoulos, Yaisien, Khrin. All.: Pioli.

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Maietta (83' Marques), Gonzalez, Agostini; Romulo, Donati, Jorginho; Iturbe (68' Martinho), Toni, Gomez (84' Hallfredsson). A disp.: Mihaylov, Nicolas, Bianchetti, Albertazzi, Laner, Longo, Cirigliano, Donadel, Sala, Cacia, Jankovic. All.: Mandorlini.

Arbitro: Valeri.

Marcatori: 22' Cacciatore, 29' Iturbe, 56' Toni, 90' (+3) Jorginho (V), 52' Diamanti (B).

Ammoniti: Kone, Perez (B), Gonzalez (V).