I Mondiali di Brasile 2014 si devono ancora giocare e già si pensa al successore di Cesare Prandelli, il tecnico della Nazionale che lascerà l'Italia al termine della competizione mondiale, qualunque sia il risultato che gli azzurri conseguiranno. 

E tra i vari nomi accostati alla panchina azzurra, ecco che spunta quello di Roberto Di Matteo, ex allenatore del Chelsea che secondo alcune indiscrezioni sarebbe stato già contattato dalla Federazione per valutare una sua eventuale disponibilità.

La caccia al successore di Cesare Prandelli per la guida tecnica della Nazionale azzurra è già iniziata.

Oltre a Roberto Di Matteo, il nome che è circolato in questi giorni è stato quello di Roberto Mancini, ora alla guida del Galatasaray ma pronto a lasciare la panchina turca per mettersi a disposizione della Federcalcio.

Per Prandelli nessun ripensamento: alla fine dei Mondiali in Brasile lascerà la panchina degli azzurri per riprendere ad allenare una squadra di club. Per lui si prospetta un futuro sulla panchina di un grande club e a tal proposito si rincorrono indiscrezioni che potrebbero trasformarsi in realtà.

Il nome di Cesare Prandelli, infatti, è stato più volte accostato a quello di due top club di serie A: Juventus e Milan, con il secondo che sta iniziando concretamente a sondare il terreno per vedere se esistono le condizioni per portare l'attuale tecnico della Nazionale sulla panchina rossonera.