Non è la partita di cartello della dodicesima giornata di campionato, ma Inter-Livorno che si giocherà questa sera al "Meazza" di san Siro, Milano, offrirà tanti motivi di interesse al numeroso pubblico che non vorrà mancare di festeggiare Javier Zanetti. Il capitano, dopo un lungo infortunio al tendine d'Achille capitatogli nella gara di campionato dello scorso anno contro il Palermo ad aprile, si ripresenta in campo con tanta voglia di far bene, come un ragazzino.

Altri motivi di interesse della sfida di S.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Politica

Siro sarà la contemporanea presenza in campo tra i livornesi di molti ex giocatori nerazzurri ceduti in prestito quest'anno alla squadra toscana: il portiere Francesco Bardi, livornese d'origine, ma cresciuto calcisticamente nel settore giovanile dell'Inter, il quale avrà l'arduo compito di fermare i numerosi tentativi di Palacio e compagni, il giovane centrocampista e forza della Natura, il ghanese Alfred Duncan, il difensore senegalese Ibrahima Mbaye, che nonostante la giovane età è già dotato di un ottimo acume tattico.

I giocatori nerazzurri questa sera nel Livorno  potevano anche  essere ancora di più, se aggiungiamo l'argentino Botta, sempre di proprietà dell'Inter, attualmente in prestito al club toscano, che però non è disponibile per questa gara.

Un discorso a parte merita invece il giovane attaccante e centrocampista Luca Siligardi, anche lui fino a poco tempo fa di proprietà del club nerazzurro e che poi è stato ceduto definitivamente lo scorso anno al club labronico. Occhio quindi questa sera anche a Luca che certamente con il dente avvelenato, farà di tutto per dare un dispiacere e segnare un gol alla società che lo allevato e portato in Serie A, senza credere poi in lui.