Delio Rossi e la Sampdoria ai ferri corti: la società genovese valuta l'esonero dell'allenatore.

L'ennesima sconfitta rimediata in campionato dai liguri, fermi a quota 9 punti dopo la dodicesima giornata, potrebbe non essere priva di conseguenze per la panchina bucerchiata . A mettere ko i doriani ci ha pensato Giuseppe Rossi, autore di una doppietta e protagonista di una prestazione superba davanti al pubblico di casa nel posticipo del Franchi. Bisognerà attendere le prossime ore, o forse qualche giorno, per conoscere il destino dell'ex allenatore della Lazio e della Fiorentina, dato in bilico già prima della delicata sfida in trasferta contro la squadra di Montella, quinta in classifica ad uno solo punto dall'Inter ed a tre lunghezze dal Napoli.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

In cima alle preferenze del presidente Riccardo Garrone, stando a quanto riferito in settimana da giornali e siti web locali e nazionali, vi era fino a pochi giorni fa Zdenek Zeman, profeta del gioco offensivo e dello spettacolare modulo tattico 4-3-3, reso celebre dall'epopea del Foggia di inizio anni Novanta.

Accanto a quello del boemo, sono però apparsi altri nomi di spicco, tra i quali Sinisa Mihajlovic, tecnico della Serbia e vecchia conoscenza del calcio italiano, sia nei panni di calciatore che nel ruolo di allenatore. Pesa, nell'ambiente blucerchiato, l'altalena di risultati, aggravatasi nelle ultime settimane con una spirale negativa che potrebbe costare il posto a Delio Rossi.

La caduta libera di Palombo e compagni verso i bassifondi della classifica, fino alla penultima posizione, sebbene a pari merito col Catania, ha messo in subbuglio l'ambiente blucerchiato, costringendo la dirigenza ad accelerare le decisioni per la guida tecnica della squadra. Non si esclude, secondo i rumors dell'ultima ora, una scelta a sorpresa, che potrebbe portare l'outsider Reja sulla panchina dei liguri.

I migliori video del giorno