Oggi, 6 dicembre 2013, è stato effettuato in Brasile il sorteggio dei gironi dei Campionati del Mondo di Calcio 2014. L'evento è stato preceduto da una innumerevole serie di indiscrezioni, lamentele, critiche al massimo organismo calcistico mondiale, che l'evento organizza, la FIFA ed al suo Presidente, lo svizzero Joseph Blatter.

Il sorteggio ha dato il seguente esito, questa è la composizione degli otto gironi, nei quali sono risultate suddivise le trentadue squadre nazionali, che avevano acquisito il diritto di partecipare alla fase finale:

Girone A :         Brasile  -  Camerun  -  Messico  -  Croazia

     "      B :          Spagna  -  Cile  -  Australia  -  Olanda

     "      C :          Colombia  -  Costa d'Avorio  -  Giappone  -  Grecia

     "      D :          Uruguay  -  Italia  -  Costarica  -  Inghilterra

     "      E :           Svizzera  -  Ecuador  -  Honduras  -  Francia

     "      F :           Argentina  -  Nigeria  -  Iran  -  Bosnia

     "      G :          Germania  -  Ghana  -  Stati Uniti  -  Portogallo

     "      H :          Belgio  -  Algeria  -  Corea del Sud  -  Russia

La partita inaugurale sarà Brasile - Croazia. 

Che commenti si possono fare a caldo, a sorteggio appena effettuato?.

Pubblicità
Pubblicità

Di sicuro si può affermare che la fortuna non è stata benevola con la nostra nazionale, non ha di certo aiutato il nostro possibile cammino nella prestigiosa competizione. Siamo finiti in un girone di ferro con Uruguay e Inghilterra; unico avversario diciamo abbordabile, almeno sulla carta, il Costarica. Non esiterei a definirlo il più duro in senso assoluto. 

La simulazione effettuata qualche giorno fa ci aveva collocati in un possibile girone con Brasile, Francia e Australia. E possiamo dire tranquillamente che è stata un cattivo presagio, perchè il sorteggio reale ha dato un esito non troppo diverso; girone di ferro era quello ipotizzato e girone di ferro è stato in concreto.

In verità, girone facile o girone difficile non contano più di tanto, servono solo ad attizzare chiacchiere, commenti e previsioni a beneficio degli organi di stampa e comunicazione. Quel che conterà veramente sarà la condizione psico-fisica nella quale gli atleti arriveranno all'appuntamento, lo spirito e la compattezza della squadra oltre alle condizioni climatiche che ci saranno e che potrebbero influire notevolmente sulle prestazioni atletiche e sul recupero dalla fatica fisica.

Pubblicità

Sta di fatto che quando i campionati del mondo si sono svolti nel continente americano, nord o sud che fosse, ha sempre trionfato una squadra nazionale sudamericana, mai una europea. 

Leggi tutto