Juventus-Roma è già cominciata, almeno dalle dichiarazioni particolarmente pungenti dei vari protagonisti della sfida che, nonostante continuino a ripetere che la gara non sarà decisiva per lo scudetto, non perdono occasione per punzecchiare i rispettivi avversari.

Il tecnico giallorosso, Rudi Garcia, nominato in questi giorni, miglior tecnico francese del 2013, sta preparando con cura la sfida del Juventus Stadium: i cinque punti di ritardo dai bianconeri pesano come un macigno ma lui non vuole pensarci ma soprattutto non vuole che i suoi giocatori siano condizionati dalla classifica.

Prima di ordinare il 'rompete le righe' per le festività natalizie, Rudi Garcia ha consigliato ai suoi ragazzi di divertirsi e di non pensare al calcio, forse il modo ideale per scaricare lo stress fisico e psicologico, accumulato negli ultimi mesi.

C'è un precedente, in tal senso, che potrebbe, invece, far preoccupare la Juventus: il messaggio di Garcia è lo stesso che il tecnico giallorosso comunicò alla squadra prima di Roma-Napoli, preceduta allora dalla sosta per gli impegni delle varie Nazionali.

Del resto, anche le statistiche, per ora, danno ragione alla Roma: su cinque scontri diretti contro le cosiddette "grandi" del Campionato, la squadra capitolina ha vinto in quattro occasioni (Lazio,Inter,Fiorentina e appunto Napoli) e solo contro il Milan, a San Siro, i giallorossi non sono riusciti a portare a casa il bottino pieno.

 

Senza dimenticare, quello "zero" ancora immacolato in classifica, nella casella delle sconfitte: le premesse per una supersfida Juventus-Roma,ci sono davvero tutte.