Milan, Calciomercato news. Allegri via agiugno, bilancio di un quadriennio

Massimiliano Allegri, alla sua quartastagione sulla panchina del Milan, ha dichiarato che a fine stagione non saràpiù l’allenatore del Milan e ha dichiarato: "Lascio il Milan a fine stagione, ho deciso inestate. Nelle società non si può rimanere a vita".

Dopo il mancato rinnovo del contrattol’estate scorsa, il divorzio era nell’aria e adesso è ufficiale. E’ quindi inevitabile fare un bilancio dellagestione Allegri, in attesa della conclusione della stagione in corso.

Ecco cosa dicono le cifre:

Campionato:

- 22010-2011:Campione d’Italia

- 22011-2012:2° posto

- 2012-2013:3° posto

Champions League:

- Superatala fase a gironi, eliminato negli ottavi di finale dal Tottenham

- Superatala fase a gironi, eliminato nei quarti di finale dal Barcellona

- Superatala fase a gironi, eliminato negli ottavi di finale dal Barcellona

TIM Cup (Coppa Italia):

- Eliminatoin semifinale dal Palermo

- Eliminatoin semifinale dalla Juventus

- Eliminatonei quarti di finale dalla Juventus

Supercoppa Italiana 2011 vinta 2-1 control’Inter nello Stadio Nazionale di Pechino.

Quindi, sempre almeno sul podio in Campionato(con uno Scudetto vinto, nel 2011); sempre superata la fase a gironi dell’UEFAChampions League, eliminato dal Tottenham o dall’inarrivabile Barcellonaodierno; almeno quarti di finale in TIM Cup con una Supercoppa Italiana vintanel 2011.

Forse, si poteva fare un po’ di strada in piùin TIM Cup, soprattutto il 1° anno, e si poteva evitare l’eliminazione colTottenham nell’UEFA Champions League del 2011 (anche se poi si sarebbe andati asbattere comunque contro il muro Real Madrid).

A discolpa, bisogna ricordare che, mentrenelle prime due stagioni la squadra era costruita effettivamente per vincere,l’anno scorso e quest’anno sono state assemblate rose non all’altezza delrecente passato rossonero.

In quest’ottica, nel 2013 il 3° posto in Campionatoe gli ottavi di finale di UEFA Champions League persi contro il Barcellona (convittoria per 2-0 all’andata) sono un successo se messi in relazione alla rosa adisposizione di Allegri.

La stagione in corso difficilmente arricchiràla bacheca del Milan, anche se la TIM Cup, anche a detta di Allegri, è unobiettivo primario della società.

In Campionato il discorso è già chiuso e inUEFA Champions League sarà già un successo giocarsela alla pari negli ottavi difinale con l’Atletico Madrid.

Bilancio in chiaroscuro, dunque, così comeper l’intera dirigenza rossonera, nel quadriennio di gestione Allegri.

Milan, calciomercato news. Il successore:Seedorf? Spalletti?

Il nome che circola con grande insistenza è datempo quello di Clarence Seedorf, per dieci anni centrocampista del Milan, alfieredi innumerevoli successi in maglia rossonera.

Galliani ha già preso contatti conl’ex-giocatore e la scelta, se ricadesse sull’olandese, confermerebbe latendenza del Milan a costruire in casa i propri allenatori, scegliendoli tra ipropri più validi ex-giocatori.

Nelle ultime ore, però, si sta facendo largoil nome di Luciano Spalletti, da cinque stagione sulla panchina dello Zenit di SanPietroburgo, che in un’intervista alla "Gazzetta dello Sport" ha dichiarato senzamezzi termini che sarebbe più che contento all’idea di poter allenare il Milan convinto, a suo dire, di poter gestire Balotelli nel modo migliore dandogli igiusti consigli. Neiprossimi mesi ne sapremo di più, in questo momento Seedorf resta inpole-position ma i colpi di scena sono sempre dietro l’angolo.