La crisi del Milan. La squadra quest'anno ci aveva abituato un po' atutto, nel bene ma, soprattutto, nel male. Anche i più pessimisti, però, nonavrebbero mai potuto prevedere quello che è successo ieri nel posticipo della19a giornata di serie A.

Contro il neopromosso Sassuolo, dopo essere passati invantaggio addirittura di due gol dopo appena 13' di gioco, i rossoneri si sonoletteralmente sbriciolati, subendo quattro gol, tutti da Domenico Berardi, classe'94, meta del cartellino saldamente nelle mani della Juventus, reagendosoltanto nel finale ma non riuscendo più a raddrizzare la partita.

Un 4-3pesantissimo che avrà delle conseguenze già nell'immediato.

C'è da dire che la squadra messa adisposizione dell'allenatore in questa stagione è la più debole in assolutodell'intero quadriennio di gestione Allegri. Difesa mediocre, centrocampo privodi qualità e non eccelso nemmeno per quantità, attacco evanescente, poggiatointeramente sulle spalle del lunatico Balotelli. Troppo poco per sperare in uncampionato di vertice ma non tale da autorizzare figuracce come quella di ierisera.

Esonerato Allegri? Ipotesi Inzaghi fino agiugno, poi Seedorf.

E' evidente che la dirigenza rossonera èchiamata a dare un segnale forte. I giocatori sembrano allo sbando eMassimiliano Allegri non sembra avere più in mano saldamente le chiavi dellasquadra.

Barbara Berlusconi ha già parlato di 'prestazioneinaccettabile' e di 'necessità di cambiare'. Nella giornata di oggi se ne sapràdi tutti ma è chiaro che le sorti dell'allenatore, a questo punto, sono legatea un filo veramente molto sottile.

Non bisogna dimenticare che se il campionatoè ampiamente compromesso, a febbraio riprenderà la Champions League con ilproibitivo impegno con l'Atletico Madrid, leader nella Liga col Barcellona.Inoltre, già mercoledì ci sono gli ottavi di finale di TIM Cup.

Un tempo lacoppa nazionale poteva essere anche un po' trascurata, essendo ben altri gliobiettivi primari della società, oggi non può essere così. Anzi, potrebbeessere una scorciatoia per restare in Europa (accontentandosi dell'EuropaLeague) altrimenti si corre il rischio concreto, l'anno prossimo, di rimanerefermi in campo internazionale.

E' possibile, dunque, un esonero già inqueste prime ore di lunedì, nel qual caso bisognerà pensare subito alla futuraguida tecnica.

Con ogni probabilità, la squadra sarebbe affidata aFilippo Inzaghi, attualmente allenatore della squadra Primavera, fino a giugno.Poi arriverebbe Seedorf, col quale ci sono stati già parecchi contatti daparte di Galliani. In realtà, se i risultati fossero positivi, non si puòescludere una riconferma dello stesso Inzaghi anche per la stagione successiva.Ma qui diventa Fantacalcio. La realtà in questo momento è che il Milan è in crisi,che Allegri ha le ore contate e che il Milan ha bisogno di una scossa prima chesia troppo tardi.