Il Catania torna a sperare con la vittoria conseguita al 'Massimino' contro una Sampdoria ormai paga del proprio campionato: si dice che la speranza sia l'ultima a morire e quindi gli etnei proveranno a tenersi aggrappati sino alla fine al sogno della salvezza. Verona, Roma, Bologna e Atalanta saranno le ultime avversarie e molto dipenderà da cosa faranno le rivali.



Il 2-1 finale poteva essere anche molto più ampio se i padroni di casa non avessero sprecato una serie colossale di palle gol con Bergessio, Leto e Plasil: ai primi due, va comunque il merito di aver messo dentro quei due palloni fondamentali che tengono ancora a galla il Catania.



La Sampdoria, dopo aver raggiunto momentaneamente il pari con Okaka, ha avuto il demerito di aver lasciato il pallino del gioco agli avversari: un regalo di Mihajlovic questi tre punti? Resta il fatto che il Catania torna alla vittoria dopo sei sconfitte consecutive.



Voti ufficiali Gazzetta dello Sport, Catania - Sampdoria, Serie A, sabato 19 aprile



Catania (4-3-3): Frison 6; Peruzzi 5,5 (27' st Legrottaglie 6), Gyomber 6,5, Spolli 6, Monzon 5,5; Izco 6, Lodi 6, Plasil 6; Barrientos 6,5 (36' st Fedato s.v.), Bergessio 6, Leto 6,5 (12' st Castro 6). In panchina: Andujar, Ficara, Capuano, Cabalceta, Biraghi, Alvarez, Keko, Petkovic, Boateng. Allenatore: Maurizio Pellegrino 6,5



Sampdoria (4-3-3): Fiorillo 6,5; Fornasier 6, Mustafi 5,5, Regini 5, Costa 5,5; Bjarnason 6 (30' st Maxi Lopez 6), Salamon 5,5 (21' st Krsticic 5,5), Renan 5,5; Wszolek 5,5 (43' st Rodriguez s.v.), Okaka 6,5, Sansone 6. In panchina: Da Costa, Falcone, Dejori, De Silvestri, Lombardo, Fenati, Oneto, Corsini. Allenatore: Sinisa Mihajlovic 6

Marcatori: 43' Leto (C), 15' st Okaka (S), 17' st Bergessio (C)

Ammoniti: Bergessio, Spolli (C), Mustafi, Costa (S)

Arbitro: Tommasi

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto