La Juventus, con tutta probabilità, avrà un nuovo allenatore nella stagione 2014/15: le dichiarazioni rilasciate da Antonio Conte, ieri, al termine del match dell'Olimpico, sono tutt'altro che ottimistiche per il futuro.

Le parole del tecnico salentino, infatti, hanno lasciato intendere un divorzio che sembra ormai divenuto inevitabile: 'Se ci divideremo - ha detto l'allenatore bianconero- lo faremo con serenità, ve lo garantisco: entro pochi giorni lo saprete. In caso di addio, valuterò solo offerte intriganti, una nuova sfida dove magari non parto da favorito, come era accaduto con la Juve tre anni fa'.



Calciomercato Juventus, Antonio Conte, venti di addio - Il ritratto che sembra dipingersi dal discorso di Conte è quello di un allenatore appagatissimo in Italia (e non può essere altrimenti) e pessimista per l'Europa: 'Quello che avevo da dire, l’ho detto ad Agnelli e a Marotta, e tra poco faremo chiarezza.' ha detto Conte, lasciando intendere che non ci sarà nessun 'braccio di ferro' con la società bianconera.



Ed ecco che la verità salta fuori: 'Migliorare, in Italia, sarà quasi impossibile. In Europa si può invece fare di più. Oggi la Juve vale un quarto di Champions League e una finale di Europa League. La gente vuole però la vittoria più importante, e io non butto fumo negli occhi dei tifosi: la cosa non la vedo possibile per molto tempo'.



'Buttare fumo negli occhi': una frecciatina alla dirigenza che non vuole (o non può?) aprire il portafogli ed acquistare qualche altro top player che possa finalmente rendere competitiva la Juventus anche in Europa?

Forse Antonio Conte ha già capito che il prossimo calciomercato della Juventus non regalerà botti e petardi per cercare di vincere la Champions League che naturalmente 'è il sogno di tutti.

- come dice Conte a proposito della Coppa dalle grandi orecchie. - E io sono sicuro che nella mia carriera la vincerò: l’ho vinta da calciatore, la vincerò da tecnico. Se mi chiedete se oggi sia fattibile trionfare con la Juventus in Europa, vi dico no'. C'è bisogno di aggiungere altro?

Calciomercato Juventus, affari con l'Atalanta, Baselli e Bonaventura - La dirigenza bianconera sta intavolando una discussione con l'Atalanta per Giacomo Bonaventura, classe 1989: c'è da battere la concorrenza di Lazio e Fiorentina, fortemente interessate al giovane talento.

Serviranno almeno dieci milioni di euro, secondo i dirigenti bergamaschi per acquistare il cartellino, ma i bianconeri potrebbero mettere sul piatto delle contropartite (per esempio il ritorno a Bergamo di Peluso). Intanto si sta lavorando anche per Daniele Baselli, giovane promessa, classe 1992, che potrebbe finire in comproprietà tra le due società ed essere trasferito in una terza squadra di serie A dove potrebbe ulteriormente migliorare: a renderlo noto è il quotidiano 'L'Eco di Bergamo'.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!