E' la squadra favorita per la vittoria finale e su questo nemmeno i bookmakers sembrano avere dubbi. Il Brasile gioca in casa ed è facile capire come ci sarà grande entusiasmo tra i tifosi verdeoro, pronti a tutto pur di spingere la loro squadra verso l'ennesimo trionfo mondiale.

Le convocazioni di Scolari hanno lasciato fuori giocatori che ormai hanno superato i trent'anni come Ronaldinho e Kakà, che sarebbero titolari in qualsiasi altra nazionale. Ma non nel Brasile, dove la qualità non manca mai. Quale sarà la formazione tipo che Scolari manderà in campo?

Tra i pali sicuramente l'esperienza di Julio Cesar, nonostante l'ex Inter ora giochi in un campionato non di primo livello come quello americano. Difesa di ferro con Alves e Marcelo sulle fasce, al centro l'accoppiata Thiago Silva-David Luiz che garantisce solidità. In panchina gente come Maicon, Dante, Maxwell: sicurezze assolute. A centrocampo Luiz Gustavo avrà il compito prettamente di difendere, poi Paulinho e Oscar (o Ramires) completeranno il reparto. E l'attacco? Hulk gioca da attaccante esterno di destra, lasciando il compito di far gol a Fred, che invecchiando migliora. Il bomber del Fluminense è un predatore d'area di rigore e nei sedici metri finali difficilmente fa cilecca. E poi c'è lui, l'uomo più atteso, ovvero Neymar. L'asso di Scolari, il simbolo di questo Brasile. Sarà capace di trascinare la sua squadra fino al trionfo?

Mondiali 2014: la probabile formazione del Brasile

(4-3-3): Julio Cesar; Dani Alves, David Luiz, Thiago Silva, Marcelo; Paulinho, Luiz Gustavo, Oscar; Hulk, Fred, Neymar. Allenatore: Felipe Scolari.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto