Rassicurato da un Campionato Europeo che ammetterà ben 24 squadre rispetto alle tradizionali 16, stasera Conte fa il suo debutto da Commissario Tecnico dell' Italia in una classica sfida contro la Norvegia dove ci sono i tre punti in palio, cosa che solletica molto il suo carattere volitivo e grintoso. Le aspettative degli sportivi italiani sono alle stelle dopo la pessima prova in Brasile dell'Ex Ct Prandelli, per un sfida alla Norvegia che si disputa alle 20.45 in uno stadio che preannuncia il tutto esaurito. La partita contro gli orange e già alle spalle come lui stesso ammette dicendo che :"E' dalla sera di Bari che penso a questo partita - esclama il ct - ma mi piace come abbiamo lavorato.

Loro giocano con tanti uomini a centrocampo, ripartono. E i risultati di domenica (vedi l'Albania che batte il Portogallo, ndr) fanno rizzare le antenne".

Scongiuri Sullo stesso terreno Conte ebbe un infortunio alla caviglia in una partita poi persa, nella quale lo stesso Buffon si ruppe e dette l'addio all'Europeo; quindi gli scongiuri sono d'obbligo per lui. Lo schieramento ricalca le sue convinzioni juventine che tanti successi hanno garantito, con l'impiego di Florenzi in luogo di Marchisio out per squalifica e il rientro del titolare dei pali della porta Gianluigi Buffon, Torna per un attimo sul caso Chiellini dicendo che si tratta di una lezione che servirà molto in futuro; necessita infatti migliorare la comunicazione tra noi e la stampa, lo staff e tutto il pubblico che segue gli azzurri con tanto affetto.

I migliori video del giorno

Conta solo vincere Stasera Conte vuole assolutamente vincere, continuando l'abitudine presa sulla panchina della Juventus con la quale ha vinto tre scudetti consecutivi, trasmettendo agli azzurri la stessa determinazione e grinta di quando giocava lui. Del resto non appare complicato superare un girone con Croazia, Malta, Azerbaigian, Norvegia, Bulgaria e Italia. Si mostra fiducioso e sicuro di sé perché la squadra ha già capito come vuole che giochino e per questo si è lavorato duramente. E del resto, il fatto che la squadra abbia già assimilato alla perfezione il suo 3-3-4 offensivo con altro pressing a centrocampo, come visto contro l'Olanda, ci lascia assolutamente tranquilli.