Dopo il convincente 4-0 rifilato al malcapitato QPR, lo United torna in campo domenica (calcio d'inizio ore 14.30) al King Power Stadium di Leicester per la 5^ giornata di Premier League: gli uomini di Van Gaal sono chiamati a bissare il successo di settimana scorsa e a ripetere la bella prestazione offerta.

Qui Leicester - La squadra di Pearson, reduce dalla vittoria per 0-1 ai danni dello Stoke, ha 5 punti in classifica proprio come gli avversari di domenica: a differenza dei Red Devils però, i Foxes hanno già affrontato Everton, Chelsea ed Arsenal, (perdendo una sola volta ,2-0 con il Chelsea a Stamford Bridge) quindi capite benissimo quanto in realtà “pesino” questi 5 punti. Pearson dovrà fare ancora a meno di Upson e Powell, mentre in porta ritrova in extremis Kasper Schmeichel: molto probabile che domenica Cambiasso faccia il suo debutto dal primo minuto. 

Leicester (4-4-2); Schmeichel; Konchesky, Moore, Morgaan, De Laet; Schlupp, Cambiasso, Hammond, Mahrez; Nugent, Olloa.

Qui Manchester - Una vittoria, 2 pareggi e una sconfitta: questo il magro bottino accumulato dallo United nelle prime 4 di campionato; la squadra più costosa nella storia della Premier ha il dovere (forse l'obbligo) di recuperare terreno e lottare per il titolo, i tifosi non a caso si augurano che il 4-0 inflitto al QPR non sia un episodio isolato. Van Gaal non potrà contare ancora su Johnstone, Ashley Young, Carrick, Lingard, Jones e Fellaini, mentre Smalling (recuperato e arruolabile), partirà quasi sicuramente dalla panchina: in linea di massima il tecnico dello United riproporrà lo stesso 11 che ha strapazzato il QPR, con Di Maria retrocesso a centrocampo nel medesimo ruolo disegnato da Ancelotti appositamente per lui durante l'ultimo anno di Madrid.

United (4-3-1-2): De Gea; Rojo, Blackett, Evans, Rafael; Blid, Herrera, Di Maria; Mara; Rooney, Van Persie.

Pronostico e quote: Dopo 11 anni lo United torna a giocare una gara di Premier al Walker Stadium, stadio che ha sempre portato bene alla squadra di Manchester: negli ultimi 5 incontri casalinghi contro i Red Devils infatti il Leicester ha sempre perso, e qualche volta in maniera “larga” (1-4 nel 2003/04 e 2-6 nel 1998/99).

Non è più la squadra di Sir. Alex Ferguson, ma lo United quest'anno si è rinforzato davvero molto e punta alle primissime posizioni: i bookmakers credono ciecamente in una vittoria degli ospiti (1 a 5,10, X a 3,80 e 2 a 1,58) ma con il Manchester degli ultimi tempi è sempre meglio non rischiare; il nostro consiglio è di puntare sulla quota No Goal (2,10) oppure sull'under 2.5 a 2,10.