Djordjevic allontana la crisi. Una tripletta dell'attaccante serbo e la firma conclusiva di Parolo permettono alla Lazio di sbancare il Renzo Barbera nell'ultimo posticipo di Serie A della quinta giornata: Palermo 0 - Lazio 4.

La cronaca della partita - Serata da incubo per i rosanero, che arrivavano alla sfida di questa sera dopo lo spettacolare pareggio (3-3) del San Paolo: alla fine il pubblico di casa applaude comunque la propria squadra, forse punita oltre i propri demeriti. La svolta alla fine del primo tempo: fino a quel momento la partita era stata simile ad una camomilla, ritmi lenti e lunghissime fasi di studio.

Il match decolla solo al 40': occasionissima per i padroni di casa procurata e fallita da Vasquez, prima bravo a presentarsi in solitudine davanti a Marchetti, poi pessimo nel chiudere l'angolo basso della porta; un minuto dopo il Palermo concede il bis, questa volta è Dybala che si presenta da solo davanti all'estremo biancoceleste, benissimo Marchetti nell'intervento di chiusura, ma il rosanero avrebbe potuto fare meglio. Due occasioni nette in un minuto dopo 40' di sonno, così è il calcio: non avesse sbagliato il Palermo ora forse si parlerebbe di un'altra partita. Scadere del tempo - Lulic vede Candreva sulla destra e lo serve di misura, cross teso dell'esterno laziale sul quale Djordjevic anticipa tutti e buca la porta del Palermo con il suo primo gol in Serie A: ma il serbo ci ha preso gusto, lo chiarirà nel secondo tempo.

I migliori video del giorno

Nella ripresa c'è il tempo ancora per un occasione, quella del pareggio, della squadra di Iachini: da distanza ravvicinata Feddal, servito da Barreto, non trova la zuccata vincente.

Lazio in cattedra - A questo punto la partita diventa un monologo della formazione di Pioli: miracolo di Sorrentino al 19' su doppia opportunità Djordjevic-Parolo. La Lazio ora va in scioltezza ed è bella a vedersi. Alla mezz'ora il raddoppio del centravanti serbo: assist perfetto di Lulic, Djordjevic raccoglie e lascia sul posto Terzi, prontissima la rasoiata di sinistro per lo 0-2. A dieci minuti dalla fine il serbo fa la cosa più bella della serata: da un rilancio di Marchetti l'attaccante della Lazio silura al volo senza pensarci da posizione defilata e fulmina il numero uno dei siciliani, 0-3. La Lazio a valanga, nei minuti di recupero gira dall'area piccola Parolo e centra il bersaglio: il poker è servito.

Classifica - Seria A 5^giornata

Juventus e Roma 15 punti Udinese 12 punti Sampdoria 11 punti Inter Milan e Verona 8 punti, Napoli 7 punti Lazio e Fiorentina 6 punti Genoa Torino e Cesena 5 punti Cagliari Chievo e Atalanta 4 punti Empoli Parma Palermo e Sassuolo 3 punti