Annuncio
Annuncio

La Juventus vince con il cuore per 3-2 contro l'Olympiacos al termine di una partita rocambolesca in cui i bianconeri sono passati dapprima in vantaggio, per poi subire la clamorosa rimonta dei greci e reagire, infine, con grande determinazione per il successo finale. Una vittoria, questa, che rilancia le ambizioni di qualificazione della squadra allenata da Massimiliano Allegri che raggiunge a quota sei la formazione greca quando mancano due giornate al termine: il contemporaneo successo dell'Atletico Madrid contro il Malmo fa compiere un grande passo avanti ai 'colchorones' per il passaggio del turno. 

Bianconeri in vantaggio con una gran punizione di Pirlo al 21esimo del primo tempo ma immediato pareggio dei greci con un colpo di testa angolato di Botia: il resto della prima frazione di gioco è un monologo dei bianconeri che sfiorano più volte il vantaggio, in particolar modo con Alvaro Morata che, però, si dimostra in serata 'no'.



Anche il secondo tempo inizia con la Juventus all'attacco, alla ricerca del raddoppio: proprio nel momento di maggior sforzo, ecco, però, arrivare la doccia fredda del vantaggio greco, messo a segno da N'Dinga che colpisce di testa un cross proveniente da destra e fulmina Buffon all'incrocio dei pali. La Juventus ha il grande pregio di non accusare il colpo e con grande forza di reazione perviene quasi immediatamente al pareggio, grazie ad una deviazione di testa di Llorente che prima finisce sul palo e poi carambola su Roberto, finendo in rete. Questa volta sono i greci ad andare in 'bambola' incassando un minuto dopo la rete del 3-2 con un maestoso Paul Pogba che dal limite infila all'angolino il portiere dei greci. 

La Juve gestisce il vantaggio fino alla fine ed avrebbe addirittura l'occasione per fare poker quando a tempo scaduto, l'arbitro Atkinson concede il penalty per fallo su Tevez: batte Vidal ma Roberto devia sulla traversa. Finisce 3-2 per la Juventus e per ora basta così.

Fantacalcio Champions, Juventus-Olympiacos, voti ufficiali Gazzetta dello Sport 

Juventus (modulo 4-3-1-2): Buffon 6; Lichtsteiner 6, Bonucci 6, Chiellini 5,5, Asamoah 6 (dal 38' del secondo tempo Pereyra s.v.); Marchisio 6 (dal 26' del secondo tempo Padoin s.v.), Pirlo 7, Pogba 7; Vidal 5; Morata 5,5 (dal 13' del secondo tempo Llorente 7), Tevez 6. 

In panchina, a disposizione dell'allenatore Massimiliano Allegri: Storari, Ogbonna, Giovinco, Coman



Olympiacos (modulo 4-2-3-1): Roberto 6,5; Elabdellaoui 6, Botia 6, Abidal 6, Masuaku 6,5; N'Dinga 6 (dal 33' del secondo tempo Kasami s.v.), Milivojevic 5,5; Maniatis 6,5 (dal 37' del secondo tempo Diamantakos s.v.), Dominguez 5,5 (dal 27' del secondo tempo Fuster 5,5), Afellay 5,5; Mitroglou 5,5. 

In panchina, a disposizione dell'allenatore Michel: Megyeri, Avlonitis, Leandro Salino, Bouchalakis. 



Arbitro: Atkinson (Inghilterra)

Marcatori: 

  • al 21' del primo tempo Pirlo
  • al 24' del primo tempo Botia
  • al 16' del secondo tempo N'Dinga
  • al 20' del secondo tempo autorete di Roberto su colpo di testa di Llorente
  • al 21' del secondo tempo Pogba

Ammoniti: Tevez nella Juventus, Botia nell'Olympiacos