Il programma del sabato di Premier League, valido per la 12^ giornata, propone l'affascinante sfida Arsenal-Manchester United: divise in classifica da un solo punto, le due squadre sono entrambe alla ricerca di un successo che possa permetterle di rimanere agganciate al treno di testa.

Pubblicità
Pubblicità

Qui Arsenal- Reduce dalla sconfitta in terra gallese contro lo Swansea (2-1), la squadra di Wenger si appresta a tornare in campo dopo la sosta consapevole di non poter fallire un appuntamento importante come quello di sabato: troppo pochi i 7 punti raccolti nelle ultime 5 giornate (2 vittorie, 2 sconfitte, un pareggio), i Gunners nonostante i numerosi infortuni hanno infatti perso punti anche con le cosiddette "piccole".

A proposito di infortuni: Wenger dovrà fare a meno ancora dei vari Giroud (che però è tornato ad allenarsi col gruppo), Ozil, Koscienly, Debuchy, Arteta, Diaby e Ospina, senza contare che pure Welbeck resta in dubbio per la sfida di sabato.

Arsenal-United anima la 12^ di Premier
Arsenal-United anima la 12^ di Premier

Arsenal (4-2-3-1): Szczesny; Chambers, Mertesacker, Nacho Monreal, Gibbs; Flamini, Ramsey; Cazorla, Sanchez, Oxlade-Chamberlain; Welbeck.

Qui United- La vittoria di misura (1-0) ai danni del Crystal Palace, ottenuta nell'ultima giornata, ha portato a 4 il numero di vittorie in campionato: ruolino di marcia non esattamente in linea con la storia del club, certo, ma se consideriamo il cambio in panchina, e la "rivoluzione" che la rosa ha subito in estate, riusciamo ad intuire il perchè dell'andamento altalenante della squadra.

Pubblicità

Per "potenziale tecnico" siamo comunque al di sotto delle aspettative, i 13 punti di distanza dal Chelsea capolista lo certificano ampiamente: lo United deve cominciare a dare continuità alle proprie prestazioni, i risultati arriveranno di conseguenza.

Problemi di formazione per l'Arsenal, problemi di formazione per lo United: la situazione in questo caso è, se possibile, peggiore, Van Gaal infatti dovrà fare a meno degli infortunati Rojo, Blind e Rafael, senza contare che anche i vari De Gea, Evans, Young, Carrick, Shaw, Jones, Falcao e Di Maria non sono al meglio e non è detto che possano essere tutti arruolabili per la sfida di sabato.

United (4-4-2): Lindegaard; Evans, Smalling, Jones, Shaw; Januzaj, Herrera, Fellaini, Di Maria; Rooney, Van Persie.

Pronostico e quote- Il bilancio della doppia sfida in Premier nella passata stagione è a favore dello United, la vittoria nella gara d'andata (1-0) e il pareggio all'Emirates (0-0) lo confermano: da segnalare inoltre che negli ultimi 6 incontri tra le due squadre l'Arsenal non è mai riuscito ad avere la meglio (4 vittorie United e 2 pareggi).

Pubblicità

I bookmakers vedono i padroni di casa leggermente favoriti (segno 1 a 2,20, X a 3,45, 2 a 3,30 Paddy Power), anche se un risultato positivo dei Red Devils è più che probabile (X2 a 1,66): noi consigliamo di puntare sull'over 3.5 (2,70) viste le lacune difensive (dovute non solo agli infortuni) delle due squadre; in alternativa segnaliamo il risultato esatto 2-3 (24,00).

Leggi tutto