L'Inter di Walter Mazzarri torna in campo giovedì sera (ore 19) per la 4^ giornata di Europa League (Girone F): archiviata la sconfitta di sabato sera col Parma, i nerazzurri cercheranno di ipotecare il passaggio del turno con largo anticipo. Qui St. Etienne - Reduce dall'importante pareggio di Lille, la squadra di Christophe Galtier arriva all'appuntamento di giovedì in ottima condizione psico-fisica: il 5° posto in campionato certifica il buon momento dei biancoverdi che però in Europa League faticano enormemente; nelle prime 3 giornate infatti sono arrivati altrettanti pareggi (tutti per 0-0) e, se da una parte è vero che i francesi vantano la miglior difesa del Girone, dall'altra è vero anche che l'attacco è praticamente nullo.

Per Galtier e i suoi una vittoria domani sera sarebbe fondamentale, anche se un risultato di pareggio non sarebbe comunque da buttare via: il tecnico, che spesso ha abituato a cambi di formazione dell'ultimo momento, potrebbe presentarsi con un 4-2-3-1 (che all'occorrenza diventa 4-5-1) con il solo Van Wolfswinkel in attacco.

St. Etienne (4-2-3-1): Ruffier; Teophile-Catherine, Bayal Sall, Perrin, Pogba; Clement, Lemoine; Hamouma, Gradel, Cohade; Van Wolfswinkel.

Qui Inter - Continua il momento negativo in casa nerazzurra: la brutta sconfitta di Parma (2-0) ha riacceso nuovamente i malumori tra i tifosi, e Mazzarri, da mesi al centro del mirino, prosegue nel suo "ruolo" di capro espiatorio (ancora una volta però al tecnico vengono addossate colpe e responsabilità maggiori di quelle che dovrebbe avere). In Europa League però le cose vanno decisamente meglio rispetto al campionato, l'Inter con 7 punti in classifica infatti comanda il Girone F: la squadra di Mazzarri, ancora imbattuta, vanta il primato di 0 reti subite (condiviso proprio con il Saint Etienne) e si appresta a giocare la partita di giovedì consapevole che con una vittoria si chiuderebbe definitivamente il discorso-qualificazione.

I migliori video del giorno

Mazzarri recupera Guarin, Nagatomo e Osvaldo, ma non è detto che tutti e tre partano titolari: gli ultimi due in ogni caso probabilmente sì, anche perché diversi giocatori hanno assolutamente bisogno di rifiatare.

Inter (3-5-2): Carrizo; Ranocchia, Andreolli, Juan Jesus; Dodò, Kovacic, Medel, Guarin, Nagatomo; Osvaldo, Icardi.

Pronostico e quote

Nonostante i valori tecnici delle due squadre siano molto distanti, gli scommettitori pensano che quella di giovedì sarà la classica "tripla" nella quale oltretutto i padroni di casa partiranno leggermente favoriti rispetto agli ospiti (segno 1 a 2,30, X a 3,20 e 2 a 3,20): il fattore-campo questa volta potrebbe fare la differenza, così come il momento negativo della compagine nerazzurra. Il nostro consiglio è di puntare sulla quota Gol (1,90) anche se di fronte ci saranno le due migliori difese del girone, in alternativa puntiamo sul segno X (3,20).