Italia-Croazia del 16/9/2014 (orario 20:45) è il primo vero test probante per la nuova Nazionale di Antonio Conte che dopo i tre scudetti consecutivi alla Juve vuole lasciare il segno anche come Commissario tecnico avendone, bisogna riconoscerlo, tutte le possibilità: di seguito vi daremo le quote dell'evento per le vostre scommesse. Dopo avere puntato con sorprendente decisione su nuovi elementi, su tutti Zaza e Pellè, il CT sembra voler ritornare sui propri passi andando ad offrire una possibilità a vecchie conoscenze come Balotelli e lo stesso Cerci, che a Liverpool e Madrid non stanno certo incantando. Torna in auge anche il Faraone milanista El Shaarawy dopo il lungo infortunio. Nel reparto avanzato Conte ha solo l'imbarazzo della scelta miscelando elementi potenti ad altri superveloci.



Italia-Croazia del 16/9/2014 è in programma alle ore 20:45 e andrà in video, come sempre accade per le gare degli Azzurri, su Rai Uno. La Croazia dei Modric e Mandzukic allenata da mister Kovak ci ha sempre creato molti grattacapi. Pensate che il bilancio dei confronti è a loro netto vantaggio con 3 vittorie e 3 pari in 7 gare. Li abbiamo battuti solo nel 1942. La Croazia è quindi un'autentica bestia nera. Perfino l'ambiziosa Italia di Sacchi finalista ai Mondiali americani perse, per 2-1, in una gara ufficiale.



L'1 azzurro ha una quota interessantissima: 2.20. L'X è a 3,30. Il 2 a 3.50. Gara quindi molto incerta anche secondo il punto di vista dei bookmakers, nella quale non si dovrebbero vedere molti gol perché le due mediane dovrebbero sostanzialmente annullarsi. Il 16/9/2014 si gioca anche Azerbaijan-Norvegia e Bulgaria-Malta. Da seguire con attenzione i recenti progressi dei volitivi maltesi che hanno trovato nell'italiano Ghedin un allenatore capace di valorizzarne le doti agonistiche. Il mio pronostico è una sofferta vittoria di misura dei nostri vicini ma ci sarà davvero molto da soffrire.



L'orario d'inizio di Italia-Croazia del 16/9/2014 - domenica - è le 20:45. L'avversario successivo sarà l'Albania. Altro avversario da non sottovalutare anche se sarà un'amichevole.