Entro 24 ore finalmente assisteremo alla resa dei conti: per l'amichevole tra Chelsea e Fiorentina in programma domani sera in Inghilterra, sono volati a Londra infatti non soltanto i giocatori e lo staff tecnico, ma anche Rogg, Pradè e Cognigni stesso per trovare un accordo finale sulla telenovela Salah, che ha ormai stancato tutti.

La Fiorentina, come vi abbiamo già raccontato diverse volte, pur avendo tutti i diritti di far squalificare Salah per almeno 6 mesi (anzi la foto pubblicata ieri e subito ritirata dal profilo ufficiale Twitter della Roma, in cui lo si mostrava già in allenamento con i giallorossi, seppur ancora viola per contratto, aggraverrebbe ulteriormente la posizione dell'egiziano), visto il contratto firmato dall'egiziano con la Fiorentina fino al 30 Giugno del 2016, ha abbandonato la linea dura ed è pronta a concedere il transfer se il Chelsea da solo, o con l'aiuto della Società acquirente dell'egiziano, in questo caso la Roma, concederà un indennizzo cash (la richiesta è di 5 milioni, ma si può chiudere per la metà del prezzo), o di un giocatore in prestito gratuito (magari con diritto di riscatto).

Pubblicità
Pubblicità

La Viola chiederà ufficialmente tra stasera (visto che è già sbarcata a Londra) e domani Kurt Zouma, 21enne roccioso e forte difensore del Chelsea, oltre che capitano dell'under 21 francese. Difficilmente però gli inglesi cederanno anche solo in prestito un giovane su cui puntano così tanto e che è già valutato 12 milioni sul mercato internazionale, mentre continueranno a proporrre Oriol Romeu, ormai 24 enne, ex enfant prodige della cantera del Barcellona, ma che arriva da diversi anni poco entusiasmanti di prestiti vari.

In base al ruolo del giocatore che arriverà dal Chelsea, la Fiorentina potrà quindi successivamente dedicarsi a completare il suo mercato, assecondando le richieste di Sousa nei ruoli rimasti scoperti.

Se non ci sarà accordo, l'affare Salah potrebbe finire davvero in tribunale. Se infatti è scontato l'invio di un transfer provvisorio da parte della Fifa per la Roma, il tesseramento definitivo da parte dei giallorossi sarebbe escluso dalla normativa sportiva italiana vigente, con la Fifa che potrebbe obbligare quindi la Fiorentina a recedere, ma solo in caso di di una cessione fuori dall'Italia.

Pubblicità

Ma tutti o quasi comunque, sono convinti che entro 24 ore l'accordo verrà trovato, anche se molti tifosi della Fiorentina rimarranno insoddisfatti comunque per aver perso un mezzo fenomeno, al quale verrà permesso di giocare in una diretta concorrente in Serie A, in cambio soltanto di un piccolo indennizzo. La colpa è di Salah, ma se possiamo obbligarlo a tornare o come alternativa a venire squalificato, perchè non farlo?

Leggi tutto