No, non ci siamo. Almeno secondo i calciatori del Milan. Il caos in casa rossonera sembra aumentare e il rapporto tra la squadra e Sinisa Mihajlovic non sembra poter decollare. Secondo quanto riportato dall'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, i giocatori non avrebbero accettato alcune scelte del tecnico, ma soprattutto non avrebbero digerito alcune sfuriate, prima su tutte quella durante l'amichevole contro il Mantova.Ma adesso non è tempo di polemiche: tra 24 ore si scende in campo per il derby e l'unico imperativo in casa Milan è vincere.

E possibilmente convincere gli addetti ai lavori e non.

Caos Milan, le supposizioni della rosea

Il punto fondamentale riportato dalla Gazzetta dello Sport è il seguente: perché prendersela con alcuni giocatori e non con tutta la squadra? Dubbio lecito, anche perché al momento di scendere in campo, i calciatori coinvolti potrebbero giocare con ulteriore pressione. È pur vero che Sinisa non ha mai fatto nomi, ma i diretti interessati hanno ben inteso le parole del tecnico. E le velate polemiche comparse sui social network sottolineano questo malumore che serpeggia a Milanello.

Inter-Milan, nuova rivoluzione

Le sfuriate non digerite saranno sicuramente l'ago della bilancia di questo derby. Durante la settimana abbiamo letto moduli e giocatori diversi, pensati e messi in campo in base a supposizioni personali.

Ma a quanto pare il tecnico serbo potrebbe davvero stupire tutti: la mossa dell'ultimo momento si chiama Riccardo Montolivo, pronto a rientrare in campo. Il dubbio è proprio a centrocampo: De Jong e Bonaventura sembrano gli unici due titolari, mentre Poli, Kucka e lo stesso Montolivo si giocano gli altri due posti disponibili nella zona mediana.

In difesa crescono le quotazioni di Zapata, mentre in attacco non si cambia nulla. Anche se Balotelli potrebbe scendere in campo dal primo minuto.

Inter (4-3-3): Handanovic; Juan Jesus, Santon, Ranocchia, Murillo; Brozovic, Felipe Melo, Kondogbia; Jovetic, Perisic, Icardi. All: Mancini

Milan (4-3-1-2): Diego Lopez; De Sciglio, Romagnoli, Zapata, Abate; Montolivo, De Jong, Kucka; Bonaventura; Bacca, Luiz Adriano. All: Mancini.