Questo è il bello del Calciomercato. Un'ultima giornata di trattative che finisce con il botto, mancato da parte del Napoli, che dopo un'estenuante trattativa portata avanti da mesi con la Sampdoria, non è riuscita ad acquisire il centrocampista blucerchiato Roberto Soriano, poiché il contratto non è stato depositato entro le 23, ora nel quale terminava la finestra estiva di calciomercato. Ma andiamo a svelare il retroscena che ha lasciato il tecnico Maurizio Sarri privo del rinforzo a centrocampo che tanto attendeva.

Pubblicità
Pubblicità

Napoli, Soriano salta: il retroscena

Il nodo principale è stato quello, oramai arcinoto, dei diritti d'immagine. La trattativa nel pomeriggio aveva subito una leggera frenata proprio per questo motivo, che già in precedenza non aveva permesso al Napoli di concludere diversi acquisti, l'ultimo di una lunghissima lista, ad esempio, è Davide Astori, difensore poi finito tra le fila della Fiorentina. Dopo aver superato questo scoglio, la dirigenza partenopea è tornata a discutere del contratto con il giocatore, che dopo aver rifiutato più volte la destinazione azzurra, perchè tentato dall'avventura Milan, dove avrebbe ritrovato il suo allenatore Mihajlovic, aveva finalmente deciso di accettare il Napoli.

Pubblicità

Tifosi scatenati contro De Laurentiis

Morale della favola? Il Napoli resta, così come il Milan che non è riuscito ad acquisire Witsel, con il cerino in mano. Il grande colpo di fine mercato promesso dal presidente Aurelio De Laurentiis non è arrivato e l'ultimo tassello arrivato al club partenopeo è il giovane inglese Chalobah che arriva in prestito dal Chelsea. Troppo poco per una piazza che dopo la scorsa stagione, fallimentare su tutti i punti di vista, attendeva il giocatore che potesse mettere in condizione il tecnico Sarri di attuare le sue idee di calcio.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Calciomercato

L'impraticabilità di arrivare a Saponara, pupillo del neo tecnico azzurro, aveva portato la dirigenza partenopea decisa sul polivalente centrocampista italo-tedesco, che può agire sia da mezzala che da trequartista, ma il suo arrivo è sfumato proprio sul gong. Oltre il danno la beffa, perché Zuniga resta in azzurro, i tifosi adesso sono letteralmente furiosi.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime del mondo del calcio? Clicca sul pulsante Segui, poco più in alto del titolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto