Gli occhi saranno puntati tutti sul campo, anche perché Inter-Juventus è pur sempre una sfida suggestiva, ancor prima del rigore non concesso a Ronaldo nel 1998. Ma nel frattempo la dirigenza bianconera continua a lavorare sul mercato: manca un vero trascinatore e la suggestione di qualche giorno fa sembra rafforzarsi. Il ritorno di Carlos Tevez potrebbe concretizzarsi già a gennaio. Ma perché l'argentino potrebbe tornare a Torino nonostante la volontà espressa quest'estate di voler terminare la propria carriera con la maglia della propria squadra del cuore?

La situazione in argentina tra il Boca e l'Apache non è quella sperata e la soluzione del prestito oneroso per sei mesi potrebbe far tornare il sorriso a Tevez. E probabilmente ai tifosi bianconeri.

Calciomercato Juventus, Tevez di nuovo in bianconero?

'Carlitos' conosce il campionato italiano. E lo conosce molto bene. 66 presenze e 39 reti, per non parlare dei 15 assist serviti. Ed una punta di movimento come Tevez potrebbe far davvero comodo a Mandzukic. E soprattutto, l'argentino conosce bene la Champions League: 46 gare e 13 reti non sono uno score da dilettante. Ma nel caso di un eventuale ritorno, si opterebbe per una soluzione in prestito oneroso per una durata totale di sei mesi. Nel caso la congiunzione dovesse andare a buon fine (anche perché Tevez non sembra essere così contento dell'ambiente trovato al Boca Juniors), la dirigenza juventina dovrà far partire uno tra Zaza e Dybala.

E ovviamente l'italiano è il candidato ideale peressere inserito nella lista dei prestiti.

Alla ricerca di un mediano

Vidal manca. Inutile nasconderlo. Khedira ha caratteristiche diverse e le peculiarità di incontrista del cileno non sono facili da reperire. Senza contare l'ottimo score da rigorista del nuovo mediano del Bayern Monaco.

Serve quantità, soprattutto in fase di spinta. Ma soprattutto serve qualcuno in grado di sostituire sia fisicamente che mentalmente il centrocampista sudamericano. Si pensa a Soriano, ma le voci possono essere ancora smentite. Anche perché serve esperienza oltre la quantità. Possibilmente esperienza internazionale.