Nessuno lo avrebbe ipotizzato dopo il buon avvio di stagione dell'undici guidato da mister Rudi Garcia, ma Palermo-Roma del 4/10/2015, valida per il settimo turno di A, è già diventato un crocevia importante della stagione. Un punto di svolta sia in positivo che in negativo. L'insopportabile e soprattutto inattesa battuta d'arresto in quel di Borisov, in terra bielorussa, al cospetto di una formazione mediocre come il Bate, ha portato molto malumore in una tifoseria che non ha certo dimenticato il pessimo girone di ritorno della seconda stagione del tecnico francese.

Quanto pesa l'assenza di Totti?

La Roma balbettante e in condizione atletica approssimativa vista nel secondo turno di Champions League 2015/2016, che pure proveniva dal prestigioso pareggio dell'Olimpico col Barcellona di "sua maestà" Leo Messi, è una squadra che non può certo puntare in alto in questo campionato, al di là delle assenze di uomini tatticamente importanti come Francesco Totti e Edin Dzeko. Sarà un caso, ma quando ad orchestrare la manovra con colpi felpati e imbucate brillanti non c'è, per un motivo o per l'altro, l'immarcescibile Totti, la manovra dei giallorossi ne risente sempre. Alla lunga non è un limite di poco conto.

Le probabili formazioni di Palermo-Roma

Salvo sorprese, i rosanero siciliani si disporranno in campo col 4-3-2-1 puntando su questi uomini: l'esperto Sorrentino a guardia dei pali; Vitiello, Gonzalez, El Kaoutari, Lazaar in difesa; Hiljemark, Jajalo e Rigoni in mediana; le punte, come si diceva un tempo, dovrebbero essere il nazionale azzurro Vazquez, Quaison e il campione del mondo 2006 Alberto Gilardino, dal quale i tifosi del Palermo si aspettano molto.

La Roma si dovrebbe affidare al 4-3-3 col portiere polacco Szczesny (pessima la sua prova a Barisov); una difesa composta da Florenzi, il ritrovato Leo Castan, Manolas e Digne; una mediana con "Rambo" Nainggolan, De Rossi e Pjanic; in attacco la Roma dovrebbe puntare su Gervinho, Salah e sull'affidabile Iago Falque. E proprio sul costante impiego dell'esterno ivoriano Gervinho si sono concentrate le critiche degli osservatori.

Il punto fermo Gervinho

Rudi Garcia sembra ripore nell'attaccante africano una fiducia quasi cieca, trascurando alcune alternative. Mai come in questa occasione l'ivoriano ha la possibilità di dimostrare che la sua fiducia è ben riposta. Per mister Iachini c'è l'incubo della quarta gara consecutiva persa che incombe, con seri rischi per la sua panchina.

Il Palermo è del resto molto rinnovato e probabilmente la squadra necessita di tempo per trovare il giusto equilibrio tattico e prendere coscienza dei propri mezzi.In casa Roma i problemi si chiamano Rudiger, Keita, Totti e Dzeko, che non saranno della sfida. Si tratta di elementi di un certo peso. Garcia si gioca molto del suo futuro in questa sfida ma la sensazione è che il suo rapporto con l'ambiente sia già logoro. Ed è anche per questo che il nostro pronostico perPalermo-Roma del 4/10/2015 è 3-1. Tra i successori naturali di Garcia si fanno i nomi di Ancelotti e Klopp. L'orario della gara è in programma alle 15:00.