Dopo sette giornate è tempo di bilanci per quanto concerne la media degli spettatori negli stadi. L'avvio dell'Inter in campionato ha ridestato l'entusiasmo dei tifosi nerazzurri, dopo le 5 vittorie nelle prime 5 gare, un dato che la squadra milanese non faceva registrare da decenni.

Il mercato faraonico di Tohir aveva già lasciato presagire una stagione di rilancio per la squadra nerazzurra e i tifosi hanno sottoscritto in massa gli abbonamenti, nella speranza di assistere ad una stagione importante. La sconfitta interna contro la Fiorentina ha un po' raffreddato gli animi, ma la media spettatori dell'Inter rimane da scudetto.

L'Inter infatti è in testa come numero di presenze con una media presenze di 48.358 spettatori per gara, dopo i primi quattro match interni della stagione per un totale di 193.431 spettatori. La seconda piazza spetta alla Roma, staccata di circa 6.500 presenze dai nerazzurri, con una media spettatori di 41.732 presenze, con 125.197 presenze in tre gare interne.

Bene Milan e Fiorentina, male il Napoli

Il Milan si colloca in una onorevole terza piazza con 39.520 presenze di media, nonostante l'avvio di campionato che ha deluso le attese dopo una partenza al di sotto delle aspettative dei tifosi rossoneri. Non brilla la Juventus che si colloca al quarto posto con una media spettatori di 35.614. La Fiorentina, in testa alla classifica, si colloca al quinto posto come media spettatori totali con 28.670 e 114.881 presenze totali, un dato che sarà di certo destinato a migliorare se la formazione viola riuscisse a mantenere gli standard di rendimento, mantenendo vivo l'entusiasmo dei tifosi viola.

Delude la piazza di Napoli, generalmente molto calda e presente al San Paolo, che si colloca al sesto posto con una media presenze di 28.068 spettatori nelle prime tre gare interne del campionato.

Le ultime tre squadre nella graduatoria delle presenze sono le neopromosse Carpi e Frosinone, rispettivamente con 9.800 e 8.200 spettatori di media, mentre il fanalino di coda è l'Empoli con 8 mila presenze.