Enrico Preziosi e Giovanni Calabrò sono già al lavoro per il Genoa che verrà. Negli ultimi giorni la dirigenza rossoblu ha intensificato il lavoro di monitoraggio per individuare quegli elementi da ingaggiare nel prossimo mercato di gennaio. Qualche rumors è venuto fuori ed è emerso che il grifone nella prossima sessione delle trattative proverà a rinforzare tutti i reparti. La priorità è il reparto offensivo, senza trascurare centrocampo e difesa.

I nomi che sono trapelati dai principali quotidiani sportivi sono due: quello di Marcello Trotta, attaccante dell'Avellino, classe 1992, con undici gol messi a segno in 28 partite.

Il centravanti degli irpini è molto possente dal punto di vista fisico, gioca prevalentemente come punta centrale ma può ricoprire anche il ruolo di ala sinistra e seconda punta. L'altra pista calda porta a Gianluca Lapadula, attualmente in forza al Pescara con il quale ha collezionato 12 presenze e 8 reti. Sul numero dieci degli abruzzessi non c'è solo il Genoa; i suoi gol e le sue prestazioni di alto livello hanno attirato le attenzioni di alcuni grandi club di Europa. Il giocatore, dal canto suo, continua a restare concentrato sul campo: "Non penso assolutamente al mercato - aveva dichiarato nelle scorse settimane - adesso voglio solo concentrarmi su questa avventura poi vedremo. Il mio obiettivo è fare bene con il Pescara".

Il grifone non teme la concorrenza e sarebbe disposto a presentare un'offerta importante. C'è l'ok del presidente Preziosi che è rimasto colpito positivamente dal giocatore, visionato in prima battuta da Milanetto e il suo staff che ne hanno studiato pregi e difetti.

Calfin-Fingiochi, a piccoli passi verso l'accordo definitivo

Dopo la lettera di intenti firmata da Enrico Preziosi e Giovanni Calabrò, relativa ad una partnership volta al rafforzamento patrimoniale di Fingiochi, proseguono nel più assoluto silenzio le attività di due diligence per l'ingresso della Calfin nell'azienda del re dei giocattoli.

Sul tavolo la valutazione del club più antico di Italia, che l'imprenditore irpinovaluta circa 120 milioni di euro. Si attendono novità nelle prossime settimane, l'intenzione è di chiudere il discorso entro fine anno.