Un grosso sospiro di sollievo per Massimiliano Allegri in vista dell'importantissima sfida di domani sera, sabato 21 novembre 2015, allo Stadium contro il Milan. Buffon, Mandzukic e Lichtsteiner sono, infatti, 'abili ed arruolati', per cui saranno regolarmente in campo contro i rossoneri.

Quale formazione, dunque, vedremo in campo domani sera nell'anticipo della tredicesima giornata del campionato di Serie A? Il tecnico bianconero dovrà pensare anche all'importantissimo match di Champions League contro il Manchester City, in programma mercoledì prossimo, sempre allo Stadium.

Juventus-Milan domani alle 20:45, ultime news: 4-3-3 per Allegri

Allegri si affiderà, ancora una volta, al modulo che sin qui ha dato maggiori garanzie: in porta ci sarà Gigi Buffon, il capitano bianconero. In difesa sulla corsia destra agirà Stephan Lichtsteiner, mentre a sinistra giocherà Patrice Evra, con in mezzo Leo Bonucci e Giorgio Chiellini.

A centrocampo Khedira Marchisio e Pogba, ovvero gli uomini che, sin qui, hanno dato le maggiori garanzie al tecnico livornese. Ed eccoci all'attacco: con il recupero di Mario Mandzukic, il centravanti croato è il candidato numero uno per partire dall'inizio, insieme a Juan Cuadrado e ad Alvaro Morata.

Cuadrado: 'Sto molto bene alla Juventus, la squadra è forte, fortissima'

Ieri ha parlato proprio Juan Cuadrado, il giocatore che sta conquistando sempre di più le simpatie dei tifosi, nonostante si voglia dall'attaccante colombiano maggior concretezza in fase di conclusione.

Intervistato dal sito Uefa.com, Cuadrado ha dichiarato di essere felicissimo di essere in un club come laJuventus. L'Italia è la sua seconda casa, conosce la lingua e il fatto che ci siano anche diversi giocatori sudamericani lo fa sentire davvero a suo agio. 'La squadra è forte, fortissima - ha ribadito Juan Cuadrado - crediamo di poter essere in grado di raggiungere gli stessi obiettivi dello scorso anno.

La Juventus è un grande club ed è naturale che dobbiamo essere sempre al top. Dobbiamo affrontare partita dopo partita, poi vedremo fin dove riusciremo ad arrivare'.