Dopo tre sconfitte consecutive, arriva un pari casalingo per la Lazio che impatta all'Olimpico contro un buon Palermo, apparso rinfrancato dall'arrivo sulla panchina di Davide Ballardini. Il gol di Goldaniga, messo a segno dopo venti minuti di gara, sorprende la formazione di Stefano Pioli che, in ogni caso, riesce a rimettere in equilibrio l'incontro grazie ad un rigore trasformato da Candreva e concesso dall'arbitro Celi per fallo di Hiljemark su Lulic. La Lazio prova persino a vincere il match ma sarebbe stata una punizione eccessiva, vista la prestazione della formazione siciliana.

Nel prossimo turno, Lazio impegnata al 'Castellani' di Empoli (2-2 contro la Fiorentina) mentre il Palermo se la dovrà vedere al 'Barbera' contro la Juventus.

Lazio-Palermo: Pioli 'Problema mentale', Ballardini 'Meritavamo di vincere'

Il clima nello spogliatoio della Lazio non è certamente dei migliori e lo si capisce da qualche episodio nervoso accaduto durante la partita (Candreva, Mauricio e Cataldi sono stati ripresi per aver commentato quanto stava succedendo in campo). Pioli minimizza, ammettendo, comunque, che esiste un problema mentale nella sua squadra che, dopo aver preso il gol, ha reagito sì ma non con la necessaria lucidità. 'L'esclusione iniziale di Candreva non ha a che vedere con le voci di mercato: ho dei giocatori importanti come esterni e devo decidere' puntualizza il tecnico dei biancazzurri.

'Avremmo meritato di vincere' dichiara senza mezzi termini Ballardini, ribadendo come il gruppo sia ancora particolarmente al suo predecessore, Beppe Iachini. 'Sono ragazzi seri, hanno voglia di lavorare. Ci sono tutti i presupposti per fare bene'.

Lazio-Palermo, voti Gazzetta dello Sport Fantacalcio serie A, domenica 22 novembre 2015

Quattro interventi decisivi di Federico Marchetti evitano una nuova sconfitta, la quarta consecutiva.

I primi tre sull’1-0 (due volte su Chochev, una su Gilardino), l’altro sull’1-1 sul tiro di Rigoni.

Marchetti 7 e un gol subito; Basta 5, Hoedt 4,5, Gentiletti 5 ammonito, Lulic 6; Milinkovic 6, Biglia 5 ammonito, Parolo 5; Felipe Anderson 5 (Matri 5,5 ammonito), Djordjevic 5 (Candreva 6 e una rete segnata), Keita 5,5 (Kishna senza voto).

Ballardini chiede a Brugman di annullare Biglia. E lui non solo fa bene quel compitino, ma rifinisce pure.

Sorrentino 6,5 e una rete subita; Struna 6,5 (Rispoli senza voto), Goldaniga 7 e un gol segnato, Gonzalez 6, Lazaar 6,5; Hiljemark 5 ammonito (Rigoni 6), Jajalo 6,5, Chochev 6 ammonito; Brugman 7; Gilardino 5,5 (Trajkovski 6 ammonito), Vazquez 5,5.