L'urna di Nyon non è certo stata benevola con i campioni d'Italia e vice-campioni d'Europa della Juve, che agli ottavi di Champions incontrerà la corazzata del Bayern Monaco. Insieme al Barcellona, i campioni tedeschi erano la squadra che il mondo bianconero avrebbe preferito evitare dopo aver visto sfumare il primo posto del girone nell'ultima giornata contro il Siviglia.

Influenza Bayern e gli infortuni

Oltre a rappresentare un impegno importantissimo della stagione bianconera, il Bayern Monaco potrebbe influenzare anche le scelte nel mercato invernale della dirigenza bianconera.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Il passaggio quasi definitivo al 3-5-2 e i vari infortuni che hanno colpito i centrocampisti (in particolare Pereyra, Asamoah e Khedira), hanno fatto sì che la priorità dei bianconeri diventasse un rinforzo a centrocampo e non più un attaccante esterno per il 4-3-3 adottato ad inizio stagione.

Sami Khedira si è rivelato essere un acquisto importante, ma le sue precarie condizioni fisiche non danno certezze e così la Juve vorrebbe portare un nome di spessore internazionale che possa anche dare il cambio ad uno tra Pogba e Marchisio. Il nome in cima alla lista è İlkay Gündogan, centrocampista tedesco del Borussia Dortmund. Dopo un periodo di appannamento che ha coinvolto anche l'intera squadra, il tedesco ha ripreso a viaggiare su ritmi da fuoriclasse che però hanno inevitabilmente fatto lievitare il prezzo intorno ai 25-30 milioni. La Juventus sta però pensando seriamente di fare questo sforzo per regalare ad Allegri un centrocampista di livello internazionale e che può anche disputare la Champions League a differenza di Ever Banega, regista del Siviglia, che ha stregato i bianconeri e che si candida quindi come uno degli obiettivi per giugno quando il suo contratto con gli spagnoli scadrà.

I migliori video del giorno

Il dubbio Lemina

Uno dei giocatori scomparsi dal radar di Allegri è Mario Lemina, centrocampista gabonese arrivato nell'ultimo giorno di mercato con la formula del prestito con diritto di riscatto. Arrivato come oggetto misterioso, Lemina si è reso protagonista di qualche buona prestazione nelle apparizioni di inizio stagione. La brutta prestazione col Sassuolo e i successivi acciacchi fisici hanno allontanato il centrocampista 22enne dalla prima squadra. Il centrocampista ex Marsiglia è infatti alle prese con un'infiammazione al tendine rotuleo che ha persino convinto la Juve a mandarlo a Barcellona a farsi curare da uno specialista. Il diritto di riscatto scade il 30 aprile 2016 e ammonta a 9,5 milioni di euro, ma è molto probabile che la Juve decida di non esercitarlo e di risparmiare così anche in ottica mercato.