Hanno preso il via i primi lavori di riqualificazione e ammodernamento dell'attuale impianto sportivo della città di Crotone, lo Stadio Comunale Ezio Scida nei prossimi mesi sarà dotato di un nuovo look, potendo finalmente garantire la giusta accoglienza alle faglie e ai meno giovani. Il tutto arriva all'indomani dell'incontro tenuto in sede al Comune di Crotone tra il Presidente di Lega B, Andrea Abodi, la società F.C. Crotone e l'ente comunale, parti concordi nel dare al via a lavori che porteranno ad uno stadio al passo con i tempi e la categoria.

Inizio dei lavori

Annunciati negli scorsi giornisono partiti oggi i primi lavori nell'impianto sportivo comunale. Stamane i primi operai incaricati dall'ente comunale ed inviati nell'impianto hanno iniziato a dare al via alle prime opere di riqualifazione. Gli interventi si sono concentrati sulla pulizia delle vetrate di sicurezza poste nel settore Tribuna Scoperta - conosciuto anche come settore Distinti - da tempo opacizzate dallo smog e dall'incuria. Il tutto comunque rappresenta una opera puramente temporanea in quanto la volontà resta quella di eliminare definitivamente le barriere dallo stadio non appena l'osservatorio nazionale darà il suo assenso. Nei prossimi giorni giungeranno anche i considetti seggiolini: fondi presumibilmente numerati aventi le colorazioni del club calcistico della città da installare nel settore attualmente ancora basato da cemento ormai datato.

Il tutto porterà alla formazione della scritta "Città di Crotone" in modo da rendere ben visibile l'appartenenza della squadra di calcio. I lavori, dovrebbero essere conclusi entro la gara di Lunedi 18 gennaio (ore 20:30) contro il Cagliari, per proseguire a fine campionato con opera più invasive che porteranno alla nascita di uno stadio praticamente nuovo capace di ospitare fino a 16.500 spettatori, grazie all'intervento della Lega B e dell'aziende predisposta "B-futura" che si occuperà assieme alle autorità locali della progettazione e dello studio di fattibilità.