Dopo la quarta giornata c'è già una sola squadra al comando. E' Il Napoli di Maurizio Sarri. Gli azzurri sabato sera hanno battuto 3-1 il Bologna al San Paolo grazie alla rete del capocannoniere Callejon e alla doppietta di Milik che è già entrato nel cuore dei tifosi. Il Napoli è una macchina da gol e viaggia alla media di tre gol a partita. Tre punti che hanno proiettato gli azzurri al primo posto a quota 10 punti, in attesa degli altri risultati. Primato temporaneo? E invece no.

La domenica di serie A ha regalato grandi sorpresee gol a raffica e in serata i due big match hanno confermato il primato degli azzurri.

Alle 18 la super sfida di San Siro tra Inter e Juventus ha visto il successo dei nerazzuri di Frank De Boer con una vittoria in rimonta firmata da Maurito Icardi autore di un gol e un assist: il momentaneo vantaggio di Lichtsteinerdura solo un minuto e Icardi rimette le cose a posto firmando l'1-1 con un colpo di testa, poi al 77' l'argentino serve l'assist per Perisic che insacca il gol del vantaggio che stende i bianconeri condannandoli alla prima sconfitta in campionato. E' tutta un'altra Inter rispetto a quella vista giovedì in Europa League. Tre punti meritatissimi per i nerazzurritrascinati da un grande Icardi.

In serata ecco l'altra grande gara: a Firenze si sfidano Fiorentina e Roma.

Entrambe reduci dai pareggi in Europa League, cercano il riscatto in campionato, in particolare la Roma che vuole mantenere il passo del Napoli. A decidere la gara è Badelj a ottominuti dalla fine con un tiro dai 20 metri che regala un successo importante alla squadra di Paulo Sousa. Delusione per i giallorossi di Spalletti che avevano pregustato il primato a braccetto con il Napoli.

Un turno che si era aperto venerdì con il buon successo esterno del MilanfirmatoBacca: tre punti inextremis sul campo della Sampdoriaregalanoun sorriso a Montella.

Tra le protagoniste della giornata il Cagliari guidato dal bomber Borriello che apre le danze al 9' con il gol del vantaggio, poi, dopo il raddoppio di Sau, firma la doppietta che vale il tris finale che consente al Cagliari di superare 3-0 l'Atalanta.

Borriello sale così a quota quattro reti nella classifica marcatori.

Tris anche per la Lazio di Simone Inzaghi: i biancocelesti spazzano via il Pescara con le reti di Milinkovic, Radu e dell'ex Immobile. Un successo importante che proietta la Lazio al terzo posto con 7 punti a braccetto con Roma, Fiorentina, Inter e Genoa e Chievo.

I clivensi conquistano i tre punti a Udine centrandoun successo preziosoche arriva nei minuti finali: dopo il vantaggio dei friulani con Duvan Zapata, il Chievo ribalta la gara negli ultimissimi minuti. All'82' Castrotrova il pari, poi, quando tutto sembra finito, arriva il gol decisivo di Cacciatore al 95'.

Ko il Genoa a Sassuolo. Per i rossoblù prima sconfitta in campionato dopo due vittorie ed un pareggio.

La squadra di Di Francesco continua a stupire dopo al tris rifilato all'Athletic Bilbao. A segno, ancora una volta, Politano e Defrel. Il Sassuolo sale a quota sei punti in classifica.

Due i pareggi della giornata: finisce 1-1 la sfida del sud tra Crotone e Palermo. Al 23' rossoblù in vantaggio con Trotta. Il pareggio dei rosanero porta la firma di Nestrorovsky al 66'. Pari senza reti nella sfida tra Torino ed Empoli.

Una giornata ricca di emozioni e colpi di scena che proietta così il Napoli in vetta. Un primato conquistato con i gol e con il bel gioco dalla squadra di Sarri che mercoledìdovrà già difendere la leadership sul campo del Genoa.

A partire da domani sera il via alturno infrasettimanale con la quinta giornata di campionato.

Martedì in campo la super sfida Milan-Lazio. Mercoledì in campo tutte le altre gare: alle 18.30 Bologna-Sampdoria. In serata la Juventus ospita il Cagliari, l'Inter va ad Empoli, la Roma attende il Crotone. Completano il quadro Atalanta-Palermo, Chievo-Sassuolo, Pescara-Torino e Udinese-Fiorentina.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!