La notizia dell'ultima ora è da far venire i brividi. Dopo aver sondato la pista che porta a Varratti, la Juve sta pensando ad un'altra soluzione che farebbe felici i suoi tifosi e, cioè, l'acquisto di Andres Iniesta. Il 32enne centrocampista, capitano del Barcellona, ha in scadenza al 30 giugno 2018, il proprio contratto economico e, a quanto pare, sembra lontano il rinnovo, con la società blaugrana, alle cifre richieste dal calciatore.

Iniesta in scadenza può scatenare un'asta

I bianconeri potrebbero approfittare di questo momento di stallo per cercare di convincere il calciatore ad accettare il trasferimento a Torino.

Iniesta occuperebbe il ruolo che fu di Pirlo e, con la sua immensa classe, farebbe, notevolmente, lievitare il tasso di qualità del centrocampo juventino. La concorrenza degli altri club si farà, certamente, sentire ma i dirigenti bianconeri, tramite Dani Alves, potrebbero arrivare, per primi, sul campione spagnolo.

L'altra buona notizia arriva da Manchester e riguarda il centrocampista Morgan Schneiderlin. Mourinho, nei giorni scorsi, gli ha fatto intendere che non troverà molto spazio in futuro e il calciatore francese potrebbe essere ceduto ad un club prestigioso come la Juve. Le qualità del giocatore sembrano fatte apposta per portare maggiore dinamismo al centrocampo bianconero, spesso criticato per questo.

Witsel e N'Zonzi, due obiettivi concreti

Sempre in pole position la trattativa per l'acquisto di Witsel, ma i dirigenti Marotta e Paratici si stanno muovendo anche sull'altro obbiettivo che si chiama Steven N'Zonzi, centrocampista classe '88, che sta disputando una brillante stagione con il Siviglia. L'ultimo contatto, proprio nei giorni scorsi, ha riproposto le solite difficoltà, per portare in bianconero il forte calciatore andaluso.

Il club spagnolo ha ribadito che a Gennaio farebbero partire N'Zonzi solo per 30 milioni di euro, cifra prevista dalla clausola rescissoria, senza alcuna possibilità di fare sconti ai bianconeri. La Juve sta valutando, attentamente, la situazione, da un lato non vuole spendere quelle cifre richieste dal club spagnolo, a meno di un ripensamento, in termini di un dimezzamento dell'importo, dall'altro, in alternativa, ci sono altre trattative che potrebbero far slittare l'operazione a giugno o far ricadere la scelta su Witsel o Gagliardini.

Insomma, nemmeno, durante la pausa natalizia, la macchina bianconera si ferma, ma continua il piano per allestire una squadra sempre più protagonista in Italia e nel Mondo.