I primi dieci giorni di calciomercato sono andati in archivio e le trattative continuano ad essere numerose, anche quelle che interessano il girone C di Lega Pro. Tante le idee che frullano nella testa dei dirigenti del girone meridionali e molte vengo portate a termine.

Le operazioni in corso

Il Foggia ha fatto sapere al Parma che Chiricò è incendibile e, dopo aver preso Di Piazza, andrà a caccia di un difensore centrale. Due i nomi papabili ed entrambi di spessore: Figliomeni del Trapani e Perticone del Cesena. Su quest'ultimo, però, la resistenza dei romagnoli sembra essere forte.

Il Trapani ha definitivamente detto "No" al Matera per Canotto, il centrocampista resterà in Sicilia. I lucani probabilmente si limiteranno a prendere un attaccante di qualità per la categoria: non Evacuo che oramai attende ormai di essere liberato dal Parma per raggiungere Alessandria. In uscita c'è Louzada che, non ancora rientrato dal Brasile, potrebbe fare ritorno alla base, ossia quella Reggina cui è cresciuto e che cerca un attaccante esterno. Piccola nota a margine: il brasiliano in questa stagione ha segnato proprio nel "suo" Granillo. Proprio l'arrivo di Evacuo in Piemonte potrebbe liberare Marconi, attaccante che sarebbe finito nel mirino del Lecce sempre a caccia di una punta in grado di ampliare il già valido parco attaccanti dei salentini.

Novità sul portiere Perrucchini

Per il portiere Perrucchini, invece, si attende solo l'ufficialità, mentre resterà in Salento Ciccio Cosenza richiesto dalla Cremonese, il cui interesse è stato rispedito al mittente dalla società pugliese.Il Catania ha ufficializzato l'arrivo di Giovanni Marchese che ha firmato un contratto fino al 2020 e si è posto l'obiettivo di ritrovare la Serie B con gli etnei.

Il Fondi avrebbe chiesto Paolucci ai rossazzurri. Blocata la situazione del Messina che, come rileva la Gazzetta dello Sport nella sua edizione siciliana, non può condurre trattative per via della scarsa della disponibilità economica e per la presunta divergenza di idee tra il dg Cennicola e il tecnico Lucarelli. De Vito, inoltre, avrebbe chiesto un adeguamento o la cessione alla Juve Stabia.