In casa Salernitana i conti non tornano. Anzi sono decisamente in rosso in considerazione della perdita d'esercizio di un milione e trecentomila euro al 30 giugno. Dopo quattro anni di gestione la società di Lotito e Mezzaroma non è riuscito ad avviare un proficuo progetto di valorizzazione dei calciatori del settore giovanile. Inevitabile che la società granata sia costretta ad investire di continuo in ingaggi esorbitanti (sborsati quasi 8 milioni di euro per gli stipendi). In molti casi si tratta di giocatori senza prospettive importanti per il futuro.

In alcuni casi l'oneroso investimento o il mancato guadagno sono determinati da valutazioni tecniche errate. Le ricapitalizzazioni dei patron, gli incassi allo stadio ed il salvagente Lazio permettono alla Salernitana di viaggiare in acque tranquille. Il futuro rischia di diventare nebuloso senza una decisa inversione di tendenza.

Investimenti per strutture e settore giovanile?

Strutture, marketing e settore giovanile sono gli aspetti sui quali la società dovrà lavorare per compiere un importante salto di qualità. In attesa che Lotito e Mezzaroma riescano ad aggiustare il tiro sotto l'aspetto contabile l'area tecnica lavora per preparare il primo impegno del 2017. La Salernitana affronterà lo Spezia in posticipo (domenica 17.30) per la prima giornata di andata.

Nell'occasione Bollini potrà contare su forze fresche. Il portiere Gomis e l'esterno destro Bittante dovrebbe esordire già contro la formazione allenata da Mimmo Di Carlo. Nel test infrasettimanale con la primavera il tecnico ha provato il 4-3-1-2 con Rosina dietro le punta Coda e Donnarumma. A questo non è da escludere una cessione di Terracciano entro la fine della sessione invernale del calciomercato.

Il portiere non ha intenzione di recitare il ruolo di vice Gomis ed avrebbe intenzione di trasferirsi altrove.

La Pro Vercelli preferisce Vives a Ronaldo

In uscita potrebbero registrarsi altre novità con la cessione di uno tra Ronaldo e Zito. Sul primo sembrava esserci un interessamento della Pro Vercelli ma il club piemontese è ad un passo dall'accordo con Vives.

In caso di parte di un centrocampista il club granata potrebbe chiudere per Sprocati o Bolzoni. Resta in bilico Donnarumma. Il calciatore chiede garanzie sul rinnovo del contratto ma la Salernitana vuole aspettare la fine della stagione. Negli ultimi giorni Parma e Bari hanno sondato l'attaccante ma il club granata chiede almeno seicentomila euro per privarsi del napoletano. Il club ducale ha offerto 350 mila euro mentre il Bari ha ipotizzato uno scambio con Maniero o De Luca. Entrambe le situazioni non sembrano stuzzicare il club granata. In buona sostanza Donnarumma potrebbe lasciare il club granata solo in caso di una maxi offerta. Da sottolineare che nelle ultime ore il Bari ha definito l'ingaggio di Floro Flores.