In casa Inter ci si prepara a muoversi sul mercato in entrata, a partire dal primo luglio, una volta sistemata la faccenda relativa al Fair Play Finanziario, con i paletti imposti dall'Uefa che prevedono il pareggio di bilancio entro il 30 giugno. Un pareggio che, per essere raggiunto, necessita che il club incassi trenta milioni di euro prima della fine del mese. Una cifra che molto probabilmente verrà ricavata dalla cessione dell'esterno croato, Ivan Perisic, al Manchester United, che ha già l'accordo con l'entourage del calciatore, avendogli offerto un contratto triennale a sette milioni di euro a stagione.

Manca l'accordo economico tra i club visto che il club inglese ha offerto fino a questo momento meno di quaranta milioni di euro, mentre i nerazzurri chiedono almeno cinquanta milioni di euro. Una cessione che oltre a sistemare la piaga del Fair Play Finanziario, permetterebbe all'Inter di realizzare un'ottima plusvalenza, avendo acquistato Perisic dal Wolfsburg nell'estate del 2015 per diciotto milioni di euro, e avendolo iscritto a bilancio a poco più di dieci milioni di euro.

Colpo in entrata

Da luglio, però, c'è da aspettarsi che Suning si scateni sul mercato rivoluzionando la rosa a disposizione del nuovo tecnico, Luciano Spalletti. Il colosso di Nanchino, però, sembra certo che metterà a segno almeno un grande colpo a livello mondiale, anche per rilanciare il nome del club nerazzurro nel mondo, in vista soprattutto della tourneè in Cina a metà luglio.

A parlare di questo colpo è in particolar modo il noto esperto di mercato, Alfredo Pedullà, che negli studi di Sportitalia ha spiegato: "L'Inter metterà a segno almeno un grande colpo e c'è un nome che mette d'accordo tutti, dal direttore sportivo Piero Ausilio al direttore tecnico Walter Sabatini ed è quello del fuoriclasse argentino del Paris Saint Germain, Angel Di Maria.

Per avere novità in merito, però, bisogna aspettare che la società faccia qualche cessione, non solo per il Fair Play Finanziario, ma anche per sfoltire la rosa. Inoltre bisogna attendere che il club francese sistemi altre situazioni come quella relativa al centrocampista della nazionale italiana, Marco Verratti, fortemente voluto dal Barcellona e quella relativa il centrocampista francese, Blaise Matuidi, che potrebbe essere ceduto visto che va in scadenza di contratto.

Non c'è fretta, però, visto che l'Inter attende una buona offerta del Manchester United per Ivan Perisic. Una volta successo ciò si penserà a come sferrare l'assalto a Di Maria, che piace tantissimo a Sabatini che avrebbe voluto portarlo a Roma già quando l'argentino militava nel Real Madrid ma l'operazione era impossibile da realizzare per i costi. Oggi sì, con calma e tenendo conto della concorrenza, anche perché il diretto interessato vive momenti difficili a livello personale".