C'è chi la considera solo goliardia da continuare ad ostentare, altri becero razzismo da condannare. Fatto sta che la decisione del Giudice Sportivo (Comunicato Ufficiale nr 27) nella giornata del 22 agosto, ha fatto discutere. Alla società di Maurizio Setti dopo i 20.000 euro di multa comminati dopo il match di Coppa Italia contro l'Avellino, eccone altri 30.000 inflitti dopo la 1^ gara di Campionato contro il Napoli.

La ragione? Sempre la stessa: cori offensivi, di denigrazione ed insulto per motivi di origine territoriale, da parte della tifoseria scaligera, rivolti ai propri "colleghi" avversari.

I pareri

Una condanna che una parte dei supporters veneti giudicano come una presa di posizione delle istituzioni nei loro confronti. Un braccio di ferro risalente da tempi immemori, al quale non ci si vuol assolutamente piegare per non darla vinta ai falsi benpensanti e a chi stigmatizza a priori (anche laddove non ce n'è bisogno e per giunta gonfiando in modo negativo) quasi ogni iniziativa del tifo veronese, sponda Hellas. Ci si chiede il perchè di questo accanimento e si cerca di analizzare il motivo per il quale si sono adottati i due pesi e le due misure, nel giudicare lo stesso comportamento allo stadio, dei tifosi del Verona e quello delle altre tifoserie.

Per i primi multe e squalifiche, per i secondi pene minori o addirittura in alcune circostanze, soltanto "tiratine d'orecchie".

A schierarsi contro i cori però c'è l'altra parte del tifo gialloblù. Quella che invoca che è l'ora di finirla con questo genere di condotta ed invita il resto dello stadio Bentegodi, non solo a dissociarsi dal pubblico "indisponente", ma anche a fischiarlo. Tra loro, vengono ricordati e apprezzati ad esempio, i cori e gli applausi di sfottò (che sorpresero in positivo tutta Italia) a Balotelli nel Verona-Milan 2-1 del 24 agosto 2013 e si pensa che è inutile andare oltre a tutto ciò. La degenerazione infatti non produce nulla di buono e di certo non fa il bene del Verona.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A

Le conseguenze

Da questo genere di situazione, ad uscirne penalizzato di sicuro è lo stesso club (con le tante ammende da pagare), nonchè la maggioranza della tifoseria considerata "sana" se alla fine l'inasprimento delle pene, porteranno persino alla squalifica del campo. Da considerare inoltre è il rischio di sporcare l'immagine dell'intera città, che per colpa di una minoranza, viene etichettata come razzista, quando invece le cose non stanno in quel modo nella maniera più assoluta.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto