Quando si dice che la realtà supera a volte la fantasia, una conferma si può avere dalla partita di Coppa Italia giocata tra Bologna e Cittadella. Indubbiamente la squadra veneta, che milita in Serie B, è di buon livello, ma che il Bologna, allenato dal celebre Roberto Donadoni, crollasse così 'brutalmente' davanti ai propri tifosi, tra fischi davvero non indifferenti, non era assolutamente previsto. I padovani si sono infatti imposti per 3-0.

Primo tempo

Il Bologna è entrato in campo con la seguente formazione: Mirante, Torosidis, De Maio, Gonzales, Masina, Pulgar, Poli, Verdi, Nagy, Di Francesco, Destro. Allenatore: Donadoni.

Il Cittadella ha risposto con Paleri, Caccia, Adorni, Camigliano, Pezzi, Pasa, Iori, Siega, Schenetti, Litteri, Kouamé. Allenatore: Venturato.

Ha arbitrato la gara il signor Abisso di Palermo.

La partita è iniziata subito in modo alquanto nervoso e già al 5' è stato espulso Verdi, poi al 9' Pezzi, a causa di un infortunio, si è visto costretto ad abbandonare il campo di gioco per essere sostituito da Benetti. In seguito, la prima fase della gara è stata davvero l'immagine del tracollo dei felsinei, con tre goal subiti che li hanno mandati in tilt. Difatti, al 20' il Cittadella ha segnato con Kouamé, poi al 40' Pasa ha condotto i veneti al raddoppio, e infine al 44' Litteri ha davvero 'sfondato' la porta bolognese custodita da Mirante, per il 3 a 0 per il Cittadella.

Il secondo tempo e il futuro prossimo

Che dire? I tifosi rossoblù speravano che magari nel corso dell'intervallo i propri beniamini riprendessero conoscenza, tornando in campo con forza e coraggio e invece si sono visti costretti ad assistere ad un secondo tempo davvero poco stimolante.

I migliori video del giorno

Le sostituzioni sono state continue, tanto è vero che sono entrati subito Krejci e Petkovic per rimpiazzare Masina e Destro, anche se i cambi ci sono stati anche nel Cittadella e al 15' è uscito Camigliano per far entrare Bartolomei. A partire almeno dalla metà del secondo tempo della partita, lo stadio di Bologna è stato davvero sommerso dai fischi di protesta per una squadra che si è posta davvero male in una gara in realtà del tutto abbordabile.

Alla fine, peraltro, anche se il Bologna di tanto in tanto ha tentato di rialzare la testa, il Cittadella ha continuato a dominare il campo, vincendo con un bel 3 a 0 che consente ora ai veneti di proseguire il proprio cammino in Coppa Italia, mentre il Bologna deve prendere atto di aver bisogno assoluto di ripartire, per evitare di iniziare il Campionato di Serie A, ormai vicinissimo, in modo inadeguato. Per parte sua, il Cittadella, campionato di Serie B a parte, in Coppa Italia giocherà la prossima partita contro la Spal.