La serie B è sempre il campionato più bello del mondo, come lo hanno definito, tra tante emozioni e colpi di scena che ci ha riservato la 19a giornata. Il Palermo, con un gol del suo capitano Rispoli batte la Ternana e comincia a prendere il largo nella classifica generale che comanda con tre punti di vantaggio sul Bari. Proprio i biancorossi si confermano fuori casa e battono il Perugia portandosi al secondo posto in graduatoria, approfittando del mezzo passo falso di Parma e Frosinone.

Parma e Frosinone non vanno oltre al pari

Il Parma, infatti, non va oltre il pareggio nel derby contro il Cesena, così come il Frosinone che si fa raggiungere nei minuti finali dal Carpi sull'1-1.

È pari anche tra Cremonese ed Empoli, con gli ospiti che si portano in vantaggio per primi con Donnarumma, e Brighenti che riporta in parità l'incontro a venti minuti dalla fine.

La Salernitana di Colantuono espugna il comunale di Chiavari e battono per 0-2 l'Entella portandosi a ridosso della zona play off. Lo Spezia con la vittoria contro la Pro Vercelli si porta a 26 punti in compagnia proprio della Salernitana. I piemontesi dopo questa gara hanno sollevato dall'incarico il tecnico Grassadonia e lo hano sostituito con Gianluca Atzori Pari tra Avellino ed Ascoli con le reti di Perez per i marchigiani e di Castaldo per gli irpini.Questa è la classifica: Palermo 35; Bari 32; Parma e Frosinone 31; Empoli 30; Cittadella*, Cremonese e Venezia 28; Salernitana e Spezia 26; Carpi 25; Perugia e Novara* 23; Avellino e Cesena 22; Virtus Entella, Brescia* e Pescara* 21; Foggia 19; Ternana e Pro Vercelli 18; Ascoli 16

E' ancora polemica tra Foggia e Venezia

Non si sono placate le polemiche dopo quanto accaduto nell'anticipo serale del 15 dicembre tra Foggia e Venezia, finita in parità nei secondi finali al termine di una rimonta incredibile da parte dei pugliesi.

Come riportano le cronache in tribuna si sarebbe scatenata una vera a e propria rissa tra i dirigenti delle due squadre, protagonisti assoluti i presidenti dei due club Sannella e Tacopina. Ma mentre il Foggia tende a smorzare le voci su questo episodio, il Venezia rincara la dose denunciando l'aggressione subita dal direttore generale Dante Scibilia, da persone facenti parte dell'entourage del Foggia Calcio.

'Intendiamo far chiarezza su quanto successo allo Zaccheria', e ancora 'quanto successo è inaccettabile e deve essere fermamente condannato, siamo pronti a tutelare l'immagine del club e dei tesserati dinanzi a tutte le sedi competenti' questo il sunto di un comunicato diramato dal Venezia calcio.

E' stata solo una caduta accidentale replicano da Foggia, a causa della grande euforia scatenatasi al 95' dopo il gol del pareggio.

Nessuna rissa, anzi, conclude la nota foggiana 'ribadiamo la stima, amicizia e simpatia nei confronti del Venezia, del suo allenatore, della sua società e dei suoi tifosi'.