Il campionato di serie B è ripartito con la 22a giornata, la prima del girone di ritorno, dopo la pausa per le festività natalizie, facendo registrare risultati a sorpresa.

Il Frosinone aggancia il Palermo

Iniziamo dal Frosinone che, dopo la travolgente vittoria per 4-0 ottenuta contro la Pro Vercelli, aggancia a 40 punti in testa alla classifica il Palermo che non va oltre lo 0-0 sul difficile campo dello Spezia. Al terzo posto troviamo l’Empoli che batte una coriacea Ternana per 2-1, grazie al suo cannoniere Donnarumma (12° gol stagionale) e Castagnetti che a pochi minuti dalla fine trova un gran gol dalla distanza.

La Ternana rimane terz'ultima in classifica, ma dimostra di essere una squadra in grado di poter lottare con chiunque.

Subito dopo, a soli due punti dai toscani ecco una coppia di squadre che stanno disputando un gran campionato, Cremonese e Cittadella. I primi ridimensionano le ambizioni del Parma, protagonista di un favoloso mercato di riparazione, vincendo meritatamente di misura per 1-0, allo scadere della gara, grazie ad un gol di Cavion. Il Cittadella si conferma imbattibile in trasferta, centrando la sesta vittoria fuori dalle mura amiche, e batte l'Ascoli, in rimonta, grazie a Iori ed al neo acquisto Vido. I marchigiani sono al penultimo posto in classifica ma hanno tutte le carte in regola per centrare la salvezza.

Spettacolo di gol e di emozioni tra Salernitana e Venezia, dopo che la prima parte della gara si era chiusa con il risultato di 3-0 per i padroni di casa, grazie ai gol di Zito, Ricci e del nuovo acquisto Palombi. Il Venezia si rimette in partita nella ripresa con le marcature di Firenze e Bentivoglio, ma alla fine non riesce a completare la rimonta.Il Bari riesce a pareggiare con il Cesena per 1-1, grazie ad un'autorete, ma i romagnoli avrebbero certamente meritato la vittoria per quello che avevano espresso durante la gara.

Pugliese quarti a 35 punti, mentre il Cesena è al quint'ultimo posto con 24. Bene il Perugia che batte l'Entella con il classico dei punteggi, mentre il Pescara batte in trasferta uno sfortunatissimo Foggia che resta al quart'ultimo posto con 22 punti. Si rilancia il Novara che piega il Carpi per 1-0 e si allontana dalla zona calda della classifica.

L'Avellino vince a Brescia, Cellino contestato

Infine, impresa dell'Avellino che batte il Brescia al termine di una gara vibrante e spettacolare. Dopo l'iniziale vantaggio, gli irpini subiscono la reazione delle rondinelle che in un minuto con Torregrossa ribaltano il risultato. Ma nella ripresa succede di tutto, un errore difensivo dei bresciani consente il pareggio di Castaldo e otto minuti dopo Bidaoui sigla il gol del contro sorpasso degli irpini. Con la vittoria l'Avellino si porta nelle posizioni di centro classifica, mentre il Brescia è ai margini della zona pericolo e deve fare i conti con la dura contestazione che i suoi tifosi hanno inscenato nei confronti del Presidente Cellino a fine gara dalla Curva Nord.

Questi i risultati: Ascoli-Cittadella 1-2; Cremonese-Parma 1-0; Empoli-Ternana 2-1; Foggia-Pescara 0-1; Frosinone-Pro Vercelli 4-0; Novara-Carpi 1-0; Perugia-Virtus Entella 2-0; Salernitana-Venezia 3-2; Spezia-Palermo 0-0; Cesena-Bari 1-1; Brescia-Avellino 2-3

Questa la classifica: Frosinone 40; Palermo 40; Empoli 37; Cremonese e Cittadella 35; Bari 35; Parma 33; Pescara 31; Spezia 31; Venezia, Salernitana e Carpi 29; Avellino 28; Perugia e Novara 27; Virtus Entella 24; Brescia e Cesena 24; Foggia 22; Ternana 21; Ascoli 20; Pro Vercelli 18.