Il Milan sembra aver trovato la strada giusta per raddrizzare una stagione che, ad un certo punto, sembrava segnata. La strada da fare per renderla una stagione posiitva è ancora lunga, ma sembrano esserci i presupposti per ritrovare posizioni di classifica che si avvicinino il più possibile alle ambizioni di inizio campionato e per andare avanti nelle coppe in cui si è ancora impegnati.

Merito innegabile di un Rino Gattuso che ha saputo rivalutare in maniera evidente una squadra che andava in campo sfiduciata, si approcciava alle difficoltà con indolenza e faceva indispettire i tifosi.

Già idolo della curva rossonera, il tecnico adesso è oltremodo un punto di riferimento per i sostenitori che ripongono in lui la fiducia che avrebbero verso un vecchio amico collocato sulla panchina della propria squadra del cuore.

Milan, Gattuso lodato

Il Milan, però, sembra aver davvero iniziato ad apprezzare le doti tecniche dell'allenatore calabrese. Gattuso, infatti, viene costantemente chiamato in causa dai giocatori nelle dichiarazioni post partita. Risulta praticamente sistematico il fatto che qualcuno si presenti davanti ai microfoni e sottolinei come adesso i presupposti che anticipano le gare siano totalmente cambiati. I sistemi di lavoro vengono approvati dall'intero spogliatoio e si evidenziano anche i meriti che obbligano l'intero gruppo a stare sempre sul "pezzo".

A questo, naturalmente, si aggiunge il probabile lavoro psicologico portato avanti dal tecnico dato il compito che gli era stato affidato di trasmettere al gruppo cosa significasse indossare una maglia blasonata come quella del Milan. Presto, però, sarà il tempo di trasmettergli anche il dna vincente del club e da più parti si dice che ci sia voglia da parte del sodalizio meneghino di prolungare l'accordo con l'allenatore calabrese e farne un vessillo del progetto tecnico dei prossimi anni.

Milan, attenzione agli sviluppi

Il Milan, però, ha da da poco ufficializzato l'accordo con la Puma come nuovo sponsor tecnico. Dopo vent'anni Adidas non vestirà più i rossoneri in campo, ma a questo punto l'analisi non diventa più un problema di brand. Il nuovo partner dei rossoneri è anche e soprattutto una griffe sponsorizzata da Antonio Conte.

In molti ricorderanno come ai tempi del suo arrivo in nazionale il marchio tedesco non si fece problemi a partecipare attivamente al pagamento del robusto ingaggio del trainer salentino, oggi a quanto pare in uscita dal Chelsea. E se davvero la nuova partnership fosse, in qualche modo, il preludio di un accordo con qualcuno che potrebbe rimpiazzare Gattuso? Come la prenderebbero i tifosi che adesso sembrano aver trovato in Gattuso un punto di riferimento nel vederlo sostituito da qualcuno che è stato sempre un avversario? A rispondere, eventualmente, sarà il tempo.

Per il momento il sodalizio rossonero si gode un contratto a lunga scadenza con Puma che, secondo le indiscrezioni, porterà fino a 15 milioni a stagione (minimo 10).

Un sensibile miglioramento rispetto all'ultimo anno in cui Adidas ha permesso di mettere a bilancio nove milioni. Cifre comunque ancora molto lontane, ad esempio, dai 40 percepiti dal Real.