Roberto Mancini ha stilato la lista dei convocati per i prossimi due impegni della Nazionale italiana. Gli azzurri giocheranno a Milano, il prossimo 17 novembre, nella sfida decisiva di Nations League contro il Portogallo: soltanto con un successo, però, l'Italia resterebbe in corsa per la qualificazione alla fase finale. Il condizionale è d'obbligo perché, sebbene la vittoria consentirebbe agli uomini di Mancini di portarsi in vetta al girone, avrebbero comunque esaurito tutte le gare a disposizione mentre i lusitani giocheranno ancora, il 20 novembre in casa, contro la Polonia già retrocessa in Lega B.

Dopo l'impegno in Nations League, l'Italia disputerà il 20 novembre un'amichevole a Genk, in Belgio, contro gli Stati Uniti. Entrambi i match della nazionale saranno trasmessi in diretta da Rai Uno con inizio alle ore 20.45. Per quanto riguarda la lista degli abili arruolati, Mancini ha chiamato 27 giocatori con tre novità assolute: prima chiamata nel giro azzurro, infatti, per Sensi, Tonali e Grifo. Torna Politano che aveva collezionato la sua unica presenza proprio con Mancini nell'amichevole dello scorso 28 maggio contro l'Arabia Saudita. Nuovamente esclusi Balotelli e Belotti.

I tre esordienti

Stefano Sensi, Sandro Tonali e Vincenzo Grifo sono dunque le novità azzurre. Sensi, classe 1995, è in forza al Sassuolo dal 2016 ed in passato aveva collezionato presenze con le rappresentative Under 17 ed Under 20.

Centrocampista versatile, il suo ruolo naturale è quello di mediano davanti alla difesa, ma ha giocato anche trequartista o mezz'ala. Sandro Tonali gioca invece con il Brescia in Serie B, ha 18 anni compiuti lo scorso maggio ed è un centrocampista centrale di cui si dice un gran bene, tanto da essere definito 'il nuovo Pirlo'.

Infine Vincenzo Grifo, centrocampista offensivo dell'Hoffenheim, è certamente la più grande sorpresa. Nato in Germania da genitori siciliani, ha sempre militato nel calcio tedesco vestendo anche le maglie della Dinamo Dresda, del Friburgo e del Borussia Mönchengladbach. Per lui comunque quattro presenze ed un gol nella nazionale italiana Under 20.

Il ritorno di Politano

Convocazione 'obbligatoria', invece, quella di Matteo Politano, certamente tra i migliori giocatori dell'Inter in questo scorcio iniziale di stagione in cui è diventato praticamente insostituibile per Luciano Spalletti sia in campionato che in Champions League. Politano era stato convocato in due circostanze dall'ex CT, Giampiero Ventura, sia nel 2016 che nell'anno successivo, ma non era mai stato utilizzato. Viceversa, Roberto Mancini lo aveva fatto esordire nell'amichevole contro l'Arabia Saudita disputata a San Gallo lo scorso 28 maggio, Politano aveva disputato 73' da titolare. Torna nel giro azzurro anche Leonardo Pavoletti, attaccante del Cagliari, già convocato da Antonio Conte nello stage di preparazione agli Europei del 2016 dove però non era stato confermato nella rosa che l'ex CT avrebbe poi portato in Francia.

La lista completa

Per la gara di Nations League contro il Portogallo in programma a Milano il 17 novembre e per l'amichevole con gli Stati Uniti di tre giorni dopo, dunque, il CT Mancini ha chiamato 27 giocatori, i portieri Donnarumma, Sirugu e Cragno; i difensori Bonucci, Chiellini, Biraghi, Florenzi, Romagnoli, De Sciglio, Emerso Palmieri e Rugani; i centrocampisti Jorginho, Barella, Gagliardini, Pellegrini, Verratti, Sensi e Tonali e gli attaccanti Immobile, Chiesa, Insigne, Berardi, Politano, Bernardeschi, Lasagna, Pavoletti e Grifo.