Claudio Marchisio può essere definito un vero cuore Juve. Un calciatore che ha mosso i suoi primi passi da giocatore, nella Vecchia Signora. Dopo é cresciuto all'interno dello stesso club, sia come calciatore che come uomo. Ne ha parlato in un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, nella quale ha dato anche una sua interpretazione circa l'avventura di Cristiano Ronaldo a Torino.

Marchisio e la Juventus

Il Principino nella sua intervista ha detto di essere da sempre un tifoso juventino.

Per lui aver giocato tanti anni, con la maglia bianconera sulla pelle è stato motivo di grandissimo orgoglio. Un sogno per chi come lui la Juve la ha dentro da sempre. Claudio ha anche detto di aver dato tanto alla causa bianconera, ma allo stesso tempo, di aver ricevuto molto dal mondo Juve. Nell'estate 2018 poi è arrivata la rescissione del contratto. Un momento molto particolare, che ha definito "molto doloroso". Un sentimento forte, che é derivato proprio dal suo amore viscerale verso i colori del club di corso Galileo Ferraris.

"Dopo il mio brutto infortunio al ginocchio", ha proseguito Marchisio, "Allegri non mi ha più visto allo stesso modo", e quindi ha preferito cambiare aria, facendo la scelta di andare a giocare nel campionato russo.

Claudio ed il Milan

Il centrocampista attualmente in forza allo Zenit San Pietroburgo, ha poi fatto una rivelazione. Ha infatti detto di essere stato "avvicinato "dal Milan, in ben due occasioni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus

Marchisio ha poi precisato, di considerare il Milan, insieme alla Juve, il più grande club italiano. Nonostante ciò però, ha sempre preferito rimanere in bianconero. Su Ronaldo ha detto "È un fuoriclasse assoluto, un marziano del pallone, con un fisico stranamente da centometrista".

La nuova vita di Marchisio

Adesso Marchisio, dopo aver rifiutato alcune proposte provenienti, da Giappone e Stati Uniti, si é trasferito in Russia.

Qui vive con la moglie ed i suoi due figli. Spera di poter vincere con lo Zenit, Che ha descritto come un club europeo, forte, organizzato ed ambizioso. Non sarà semplice bissare i tantissimi trofei vinti con la maglia bianconera, ma secondo il Principino, sarà entusiasmante continuare a confrontarsi in un club così importante. Claudio ha poi detto di "godersi" la sua nuova città, soprattutto nel tempo libero, sempre insieme alla sua immancabile famiglia.

Il nucleo fondamentale della sua vita, con un cuore sempre bianconero.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto