Mauro Icardi torna tra i convocati di Luciano Spalletti. L’annuncio della clamorosa scelta è arrivato dallo stesso allenatore dell’Inter, che in conferenza ha stupito i giornalisti rivelando che l’argentino nella partita contro il Genoa partirà da titolare, prendendosi il peso dell’attacco nerazzurro. Spalletti ha tenuto a precisare che la reazione di Mauro è stata quella giusta e per tale ragione, essendosi anche allenato al meglio in settimana, il compagno di Wanda Nara si è conquistato l’opportunità di avere una chance dal primo minuto nella partita contro il temibile Genoa.

Nonostante la fiducia dell’allenatore, sul calciatore nerazzurro continuano a emergere rumors di Calciomercato: l’ultimo riguarda il presunto interesse verso l’argentino da parte della Juventus.

Ipotesi di uno scambio alla pari con Paulo Dybala

Stando a quanto riportato da Repubblica, la Juve non avrebbe perso l’interesse nei confronti di Icardi: il classe 1993 sarebbe ancora nel mirino della dirigenza bianconera. Secondo il noto quotidiano, la Juventus sarebbe propensa ad offrire meno di 50 milioni di euro per convincere la società nerazzurra a cedere il bomber argentino.

Una valutazione al ribasso dunque per Incardi, che all’Inter sta vivendo un periodo decisamente travagliato. Mauro potrebbe cambiare aria, magari accettando la proposta della Juve, che in un’eventuale trattativa, almeno stando a quanto si legge su Repubblica, potrebbe inserire Dybala, a patto che questo cambi idea.

Infatti, l’argentino bianconero non sembra essere del tutto convinto di trasferirsi in una società come l’Inter, magari perché abbagliato dalle offerte che sarebbero arrivate dall’Inghilterra. Inoltre, la volontà dell’argentino bianconero potrebbe essere quella di farsi spazio alla Juventus, puntando sul possibile avvicendamento in panchina che dovrebbe concretizzarsi a giugno, con Max Allegri in uscita.

Secondo Repubblica, scambio alla pari con Dybala permettendo, Paratici potrebbe valutare la possibilità di presentare un’offerta inferiore ai 50 milioni di euro a Marotta, che nei mesi passati non ha mai chiuso chiaramente la porta a un possibile arrivo dell’argentino bianconero all’Inter. Come confermato da Repubblica, i circa 50 milioni sarebbero una cifra nettamente inferiore a quelle circolate prima che scoppiasse il caso Icardi, che avrebbe dunque scombussolato i piani di Mr. Suning.