L'edizione odierna del giornale torinese Tuttosport si sbilancia sui futuri piani di mercato del Milan. In cima alla lista dei desideri di Maldini e Leonardo c'è la possibilità di riscattare il centrocampista francese di origini ivoriane Tiémoué Bakayoko. Il riscatto, fissato dal Chelsea a 38 milioni di euro, sarà possibile solamente con la qualificazione della squadra di Gattuso in Champions League.

Champions e soldi freschi

La qualificazione alla massima competizione europea è di vitale importanza per il Milan perché consentirebbe di percepire una somma stimata attorno ai 50 milioni di euro.

Una buona parte di questo incasso verrebbe utilizzata per riscattare il centrocampista francese, operazione invece difficilmente attuabile in caso di mancata qualificazione. Il Milan, come risaputo, sta affrontando una "ristrutturazione finanziaria" dopo l'avvento del fondo Elliott ed ogni scelta del club deve rispettare i paletti del Fair Play Finanziario.

Bakayoko vuole il Milan

Come più volte ribadito dallo stesso centrocampista, l'obiettivo di Bakayoko è restare legato alla società rossonera. Dopo il suo arrivo, i primi mesi italiani sono stati molto complicati. Problemi di adattamento e precise gerarchie stabilite da Gattuso lo hanno tenuto lontano dal progetto rossonero per mesi. Provvidenziale per la sua esplosione è stato l'infortunio a Lucas Biglia, che ha permesso al gigante franco-ivoriano di assestarsi al centro della mediana con risultati eccellenti.

La sua forza fisica straripante abbinata ad un'ottima tecnica lo hanno consacrato come il miglior centrocampista del Milan per rendimento, oltre che a proiettarlo nel cuore dei tifosi.

Piani futuri

A questo punto è difficile ipotizzare che in casa Milan decidano di privarsi di Bakayoko in caso di qualificazione in Champions.

La lite post derby tra Biglia e Kessie ha incrinato i rapporti tra i due giocatori e mister Gattuso e, stando ai rumors di mercato, nessuno dei due sembra sicuro di essere riconfermato al centro del progetto rossonero. Per Biglia, la cui anagrafica avanza inesorabilmente, si fanno sempre più insistenti le sirene francesi e argentine, mentre Kessie ha molti estimatori in Premier League, oltre che una sostanziosa valutazione di mercato.

Per questo motivo l'unico punto di riferimento della mediana ad avere apprezzamento sia dall'allenatore che dalla dirigenza è Tiémoué Bakayoko, forte anche della sua esperienza internazionale (nonostante i soli 25 anni) e del suo carisma. Per avere la certezza di rivederlo con la maglia numero 14 del Milan bisogna attendere la qualificazione in Champions, con lo svincolo decisivo di sabato contro la Lazio. A quel punto il riscatto a 38 milioni fissato dal Chelsea potrà essere regolarizzato.