Con la netta vittoria in finale di FA Cup per 6-0 contro il Watford il Manchester City ha conquistato il suo quarto trofeo stagionale, dopo le vittorie in campionato, Coppa di Lega e Community Shield. E' mancato quest'anno solo lo scatto decisivo in Champions agli uomini di Guardiola, competizione in cui sono usciti per mano del Tottenham nei quarti di finale.

Guardiola non vorrebbe lasciare il Manchester City

Nella giornata di ieri per l'ex Barcellona Pep Guardiola è arrivato un altro successo importante dopo la conquista della Premier League, vale a dire la Fa Cup.

Un trionfo senza storia arrivato dopo una gara tennistica contro il modesto Watford, uscito con le ossa rotte da Wembley e con in saccoccia un umiliante 6-0 che non lascia spazio a commenti.

Il Watford ci ha provato veramente solo nei primi minuti quando ha sfiorato la rete con l'ex juventino Pereyra, prima di subire la prima rete di David Silva al minuto 26, la quale ha dato il via al festival del gol. Per i Citizens sono andati a segno Sterling (tripletta), David Silva, De Bruyne e Gabriel Jesus.

Nonostante quest'anno ci sia stata un'egemonia assoluta dei Citizen in Inghilterra, a Pep Guardiola è comunque rimasta indigesta la mancata conquista della Champions League, un digiuno che per lui dura ormai da otto anni, troppi per uno abituato a vincere come lui.

La stagione calcistica inglese è terminata nella giornata di ieri, ora si avvicina un'estate che si preannuncia calda e bollente in chiave mercato, sia per gli allenatori che per i calciatori, con il nome Guardiola che rimane sempre al centro dei radar per sostituire Max Allegri.

Anche se al momento più che una pista reale, questa pare essere un sogno primaverile.

Kompany lascia il Manchester City dopo ben 11 anni

Quella di ieri è stata anche l'ultima partita di Vincent Kompany al Manchester City, dove era approdato a partire dalla stagione 2008-2009, collezionando complessivamente in tutte le competizioni 360 presenze, con 20 reti segnate.

Una cavalcata importante quella del difensore belga con la maglia dei Citizens, una storia che si è conclusa nella giornata di ieri con tanta amarezza e commozione.

L'esperto centrale ritornerà alla sua "casa madre", vale a dire all'Anderlecht, dove avrà il doppio compito di calciatore-allenatore per le prossime tre stagioni.

Nel salutare, Kompany ha ringraziato di cuore l'ambiente City e nonostante con Guardiola non sia sempre stato indispensabile ha ringraziato ugualmente lo spagnolo, ritenendolo un grandissimo allenatore, da cui ha imparato tanto. E chissà che non possa trasferire questa mentalità vincente all'Anderlecht.

Segui la nostra pagina Facebook!