La Juventus 2019/20 inizierà ad avere un suo tratto ben distinto non appena sarà stato ufficializzato il nome del nuovo allenatore. In attesa, un paio di cose sono certe: i Campioni d’Italia ripartiranno ancora da Cristiano Ronaldo, ma tutti i reparti saranno sottoposti a restyling. Se non addirittura rivoluzionati, come potrebbe essere per la difesa dopo l'addio di Barzagli e in considerazione del fatto che Chiellini e Bonucci nel 2020 avranno rispettivamente 35 e 33 anni. Motivi per cui il pensiero numero uno del ds bianconero Paratici è di rinforzare il reparto arretrato con un top player.

In difesa è caccia a un big

Due nomi su tutti continuano a ripetersi in orbita del mercato bianconero legato alla difesa, entrambi passano per piste difficilissime da percorrere. Una porta al gioiellino dell’Ajax classe ’99 Matthijs de Ligt, sul quale c’è però la concorrenza spietata di Psg e soprattutto Barcellona; mentre l’altra pista è italiana e riguarda Kalidou Koulibaly del Napoli, che potrebbe trovare vantaggio da quello che oramai sembra l’imminente arrivo di Maurizio Sarri sulla panchina bianconera, questione oramai di giorni, secondo Tuttosport.

Al momento non sembra però essere nei progetti di Aurelio De Laurentiis vendere il difensore centrale senegalese classe 1991 e, semmai il patron del Napoli dovesse intavolare una trattativa, si partirebbe dalla base minima di partenza fissata in 100 milioni.

Tanti euro che la dirigenza juventina non vorrebbe spendere, senza contare che, qualora dovesse essere messo in vendita il cartellino del giocatore, si potrebbe aprire un’asta con club del livello di Manchester United, Real Madrid e Psg, a loro volta fortemente interessati alle prestazioni del centrale, come riporta ancora il quotidiano sportivo torinese da sempre vicino alle questioni juventine.

Tante difficoltà insomma, ma la Juventus resta comunque vigile e continua a seguire con attenzione il giocatore. Altri due nomi importanti accostati alla futura difesa bianconera riguardano il brasiliano ex Roma Marquinhos del Psg e l’attuale centrale giallorosso Kostas Manolas.

Pogba la priorità a centrocampo

A centrocampo, dove è già stato ingaggiato a parametro zero dall'Arsenal Aaron Ramsey, la priorità della Juve è il ritorno di Paul Pogba, corteggiato però con insistenza anche dal Real Madrid.

Come piste alternative i bianconeri seguono da vicino Adrien Rabiot del Psg, che sarebbe un'opzione a parametro zero, Nicolò Zaniolo e soprattutto Milinkovic-Savic.

In attacco il punto fermo è CR7 e con il fenomeno portoghese anche Bernardeschi resterà quasi sicuramente in bianconero. Dovrebbe continuare a fare parte del nuovo progetto Juve pure Kean, mentre è in sospeso la posizione di Mario Mandzukic che troverebbe poco spazio nello scacchiere di Sarri e per il quale verranno valutate eventuali proposte. Anche se non tutti sono d’accordo, resta in piedi la possibilità di uno scambio fra Icardi e Dybala, un’idea che sembra comunque più nerazzurra.

Infine Joao Felix: il talento del Benfica resta sul taccuino di Fabio Paratici, ma anche su quello delle due di Manchester e di tutte le big di Spagna con il Real Madrid che è segnalato davanti a tutti nella trattativa. Il primo giocatore nel mirino della Juve per rinforzare l’attacco sarebbe comunque Federico Chiesa, con i bianconeri in vantaggio sull’Inter come riporta Sky Sport.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!