Italia-Olanda, sabato 29 giugno allo Stade du Hainaut di Valenciennes, la sfida valida per i quarti di finale del Mondiale femminile che potrebbe portare le azzurre verso un traguardo storico mai raggiunto in precedenza: le semifinali iridate. Dopo aver vinto il non facile gruppo comprendente le big Australia e Brasile, con due vittorie, contro le australiane all’esordio (2-1) e poi con la Giamaica (5-0) e una sconfitta indolore col Brasile (1-0), agli ottavi di finale le azzurre hanno eliminato la Cina con un perentorio 2-0 firmato da Giacinti e Galli.

Il sogno dell’Italia dunque continua e ora, giunti a questa fase del torneo, le ragazze di Milena Bertolini dovranno vedersela con le big internazionali della disciplina, tuttavia con la consapevolezza di potersi giocare le proprie chance a livello tecnico e con la contagiosa voglia di voler continuare a stupire dalla sfida contro l’Olanda campione d’Europa in carica che vanta comunque una storia di successi molto recente considerando che fino al 2015 non si era mai qualificata alla fase finale del mondiale.

In tv appuntamento sulla Rai

Italia-Olanda si giocherà alle ore 15:00 e sarà trasmessa in diretta tv dalla Rai, ufficialmente dai palinsesti attuali su Rai Sport, ma con la dicitura generica ‘quarti di finale’: in attesa degli aggiornamenti ufficiali è pressoché certa la messa in onda sulla rete ammiraglia Rai 1.

Quarto di finale inoltre disponibile in diretta streaming su RaiPlay e visibile anche su Sky Sport (streaming Sky Go) dagli abbonati alla piattaforma.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pronostici Calcio

Focus Olanda, mix di talento ed esperienza

Il biglietto da visita dell’Olanda parla di sole vittorie: prima a punteggio pieno nel suo girone contro Nuova Zelanda (1-0), Camerun (3-1) e Canada (2-1) e agli ottavi 2-1 sul Giappone con doppietta di Martens arrivata su rigore al 91’, marcatura decisiva dopo il temporaneo pari delle nipponiche.

Come nella migliore tradizione olandese 4-3-3 di partenza per il Ct Sarina Wiegman che annovera in squadra calciatrici di talento ed esperienza come il portiere e capitano van Veenendaal, l’attaccante Miedema e il centrocampista van de Donk tutte militanti nell’Arsenal, o ancora il difensore e l’esterno d’attacco del Barcellona van der Gragt e la già citata Martens fino al bomber van de Sanden campione d’Europa per club con il Lione.

I precedenti della sfida

I precedenti della partita sono favorevoli all’Italia: 7 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte in 15 match. Nel 2014 l’ultimo incrocio è stato però vinto dall’Olanda, per 2-1 a Verona nel ritorno dello spareggio per le qualificazioni al Mondiale del 2015, dopo che l’andata a Den Haag si era chiusa con un illusorio pareggio (1-1).

Quella di sabato pomeriggio in Francia sarà comunque la sfida più importante di sempre tra le due nazionali che mai si erano affrontate prima a tale livello.

Le altre partite dei quarti di finale

Le altre partite valide per i quarti di finale sono Norvegia-Inghilterra (27 giugno), Francia-Stati Uniti (28 giugno) e Germania-Svezia (sabato 29 alle 18:30) la cui vincente sarebbe l’avversaria dell’Italia in caso di semifinale.

Inoltre e in conclusione, ricordiamo che le semifinali di questa edizione 2019 del mondiale valgono anche la qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020 alle migliori tre europee.

E dunque, se gli Stati Uniti non approdassero in semifinale, con sole compagini europee tra le prime quattro la finalina per il terzo posto diventerebbe un vero e proprio spareggio olimpico.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto