La Juventus ieri sera ha battuto all’Allianz Stadium il Bayer Leverkusen per 3-0 con i gol di un arrembante Gonzalo Higuain, di un ritrovato Federico Bernardeschi e di Cristiano Ronaldo che raggiunge quota 130 reti in Europa, segnate a 33 club diversi. Oltre ai marcatori anche il resto del gruppo è stato protagonista di una prestazione autorevole e convincente. A parlare della performance contro i tedeschi e del campionato, è Alessio Tacchinardi nell’intervista rilasciata a "Radio Sportiva". I bianconeri dopo aver cambiato allenatore, stanno apprendendo un modo diverso di stare in campo secondo il dettami del nuovo conduttore Maurizio Sarri.

Contro il Leverkusen, l’ex centrocampista bianconero, pensa che la Juventus non abbia ancora assimilato la filosofia di gioco dell’ex Napoli, eppure è stata capace di comandare la gara senza scricchiolii, malgrado gli ospiti abbiamo grandi potenzialità per mettere in difficoltà l’avversario di turno (non a caso sono al secondo posto in Bundesliga ad un punto dal Bayern Monaco). Nonostante la fase di rodaggio ciò che stupisce l’intervistato e il fatto che i bianconeri comandino il girone e siano a soli due punti di distacco dalla capolista Inter: “La Juventus non è ancora quella di Sarri, ma fa paura il fatto che nonostante tutto sia attaccata all’Inter in campionato e prima in classifica di Champions”.

Il 'Sarriball' e Ronaldo

Per Tacchinardi, la squadra solo nelle ultimissime uscite comincia a mostrare i primi rudimenti del “Sarriball”. De Ligt dopo un esordio pieno di errori, sta crescendo gradualmente. Tra gli attaccanti, l’unico inamovibile per Sarri è Cristiano Ronaldo il cui valore è indiscutibile, per l’ex bianconero. Le critiche dei detrattori nei confronti di CR7 sono considerate una follia. Il tecnico, a seconda del modulo che utilizza, gli affianca un collega. Secondo Tacchinardi, in un attacco con due punte e il centrocampo a rombo risulterebbe più efficace con Paulo Dybala, mentre in un 4-3-3 si adatterebbe meglio Gonzalo Higuain.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus Serie A

Il Pipita dopo l’anno trascorso in prestito al Milan e al Chelsea ha perso smalto, ma adesso per l’opinionista la cura dell'ex Napoli lo sta rivitalizzando. L’Inter di Antonio Conte comanda la classifica di Serie A, eppure per l’intervistato non ha ancora scavalcato il Napoli, perché Ancelotti è un tecnico tosto e condurrà i partenopei a grandi livelli. Le prime tre, ossia Inter, Juve e Napoli, per Tacchinardi si daranno battaglia per la vittoria finale e potrebbero dare vita ad un bel campionato, più divertente, rispetto alle passate stagioni, dominate dallo strapotere della Vecchia Signora.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto