La 17^ giornata di Serie A è iniziata con Sampdoria-Juventus, stasera toccherà invece a Fiorentina-Roma. Sabato 21 dicembre in programma ci sono tre gare di grande importanza, sia per la testa che per la coda della classifica. Alle 15 il super Cagliari di Maran farà visita alla pericolante Udinese, alle 18 l’Inter proverà a riagganciare la Juve in testa contro un Genoa in piena crisi. Alle 20:45 la SPAL fa visita al Torino di Mazzarri.

Udinese-Cagliari: Lasagna forse titolare, occasione Cigarini

Come detto, alle 15 ad aprire le danze sarà Udinese-Bologna con Gotti e Maran che si presentano con qualche indisponibile e pochi dubbi di formazione.

I friulani devono rinunciare a Samir per infortunio ma recuperano Sema in un centrocampo che difficilmente potrà vedere dall’inizio l’acciaccato Jajalo. In attacco Lasagna dovrebbe vincere il ballottaggio con Nestorovski per affiancare Okaka. In difesa più facile vedere De Maio che Becao, confermata la linea a tre davanti a Musso.

Situazione più delicata per i sardi che non potranno usufruire delle prestazioni di Olsen e Nandez per squalifica e degli infortunati Pavoletti, Cragno, Ceppitelli e Birsa. In porta tocca a quindi a Rafael, in difesa si riprende una maglia a sinistra Pellegrini, in regia spazio a Cigarini e non a Oliva. Già tutto deciso in attacco con Nainggolan trequartista alle spalle di Joao Pedro e Simeone. Di seguito i probabili schieramenti:

Udinese (3-5-2) Musso, De Maio, Troost-Ekong, Nuytinck; Stryger Larsen, Fofana, De Paul, Mandragora, Sema; Lasagna, Okaka.

Cagliari (4-3-1-2) Rafael, Faragò, Klavan, Pisacane, Pellegrini; Ionica, Cigarini, Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone.

Le probabili formazioni di Genoa-Inter e Torino-SPAL

Alle 18 è in programma a San Siro Inter-Genoa, fondamentale per la classifica di entrambe le squadre. Conte deve rinunciare ai lungodegenti Sensi, Asamoah, Sanchez, Barella e anche agli squalificati Brozovic e Martinez.

A centrocampo può esordire il giovane Agoumé in ballottaggio con Candreva. In attacco Esposito e Politano si giocano un posto vicino a Lukaku.

Problemi anche per Thiago Motta che perde Pandev per squalifica e Favilli, Kouamè, Zapata, Lerager e Sturaro per infortunio. In dubbio c’è anche Criscito che ha problemi alla schiena ma dovrebbe recuperare. Il tecnico, ex di turno, si affiderà ad un coperto 3-5-1-1 con Pinamonti unica punta sostenuto da Agudelo.

Di seguito le probabili formazioni di Inter-Genoa

Inter (3-5-2) Handanovic, Godin, De Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Candreva, Borja Valero, Vecino, Biraghi; Politano, Lukaku.

Genoa (3-5-1-1) Radu, Biraschi, Romero, Criscito; Ghiglione, Schone, Radovanovic, Cassata, Pajac; Agudelo; Pinamonti.

A chiudere il quadro di sabato 21 dicembre in Serie A sarà Torino-SPAL. Solita lunga lista di infortunati per Mazzarri che deve fare a meno di Parigini, Edera, Iago Falque, Lyanco e anche di Baselli. Scelte praticamente obbligate quindi per i granata con Verdi e Berenguer che giocheranno alle spalle del bomber Belotti mentre in mezzo Lukic è in vantaggio su Meitè. Sulle fascia destra De Silvestri dovrebbe vincere il ballottaggio con Aina e Laxalt.

Nella SPAL, Semplici sta valutando con attenzione il cambio di modulo con il passaggio alla difesa a quattro.

Tutto dipende da Murgia e Felipe, se viene scelto il primo spazio al 4-3-1-2 altrimenti si resta al 3-5-2. Torna dal primo minuto Kurtic in mezzo con Valdifiori che si accomoda in panchina. In attacco il rientrante Di Francesco, secondo la Gazzetta dello Sport, potrebbe essere subito gettato nella mischia vicino a Petagna, altrimenti spazio a Paloschi. Queste quindi le scelte di Mazzarri e Semplici:

Torino (3-4-2-1) Sirigu, Izzo, N’Koulou, Bremer; De Silvestri, Lukic, Rincon, Ansaldi; Verdi, Berenguer; Belotti.

SPAL (4-3-1-2) Berischa, Cionek, Vicari, Tomovic, Igor; Murgia, Missiroli, Kurtic, Valoti; Di Francesco, Petagna.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!