Rey Manaj è un nuovo calciatore del Barcellona B. Dopo le indiscrezioni di ieri è arrivata in queste ore anche l'ufficialità, Il classe 1997 ex giocatore dell'Inter, squadra con la quale esordì in Serie A, è stato acquistato a titolo definitivo dall'Albacete per una cifra vicina a 700mila euro. Per il talento albanese contratto fino al 2023 e clausola rescissoria da 50 milioni di euro. Manaj non giocherà, almeno per il momento, a fianco di Messi e Suarez perché verrà aggregato immediatamente alla seconda squadra, che milita nella Segunda Division B, ovvero la terza serie nazionale.

Comunque un importante passo avanti per la carriera del 22 enne arrivato in una società che gli darà l'opportunità di crescere: "È il giorno più felice della mia vita. Non vedo l'ora di iniziare questa nuova avventura nel miglior club al mondo" - le sue parole dopo la firma. Per lui l'attende la maglia numero 22.

La carriera di Rej Manaj

Classe 1997, nato in Albania, Manaj muove i primi passi nel mondo del calcio nelle giovanili di Piacenza e Cremonese, dove debutta in Lega Pro segnando anche due reti con i grigio-rossi.

Nell'estate del 2015 viene ceduto in prestito all'Inter e il 23 agosto debutta in Serie A contro l'Atalanta entrando nei minuti finali. In tutto collezionerà con i nerazzurri 6 presenze in prima squadra, mentre con la primavera vincerà la Coppa Italia segnando anche in finale contro la Juventus. A fine anno l'Inter lo riscatterà per 500mila euro prima di girarlo poi in prestito al Pescara dove vi resterà soltanto 6 mesi prima di far ritorno ai nerazzurri che lo girano al Pisa in Serie B.

A fine stagione passa in prestito annuale al Granada ma non convince con le sue prestazioni e a fine stagione ritorna a Milano. Ma non vi resterà a lungo: nella stessa sessione di mercato ritorna in Spagna, stavolta all'Albacete. Qui Manaj fa un discreto campionato dove segna 7 gol collezionando 30 presenze tanto da convincere il club spagnolo al riscattarlo per 2,5 milioni di euro. Ora la nuova avvenuta in blaugrana.

In casa Inter oggi visite mediche per Moses

È iniziata presto la giornata per Victor Moses che questa mattina alle 7:30 ha varcato le porte del Coni per sottoporsi alle visite mediche di idoneità. Poi successivamente tappa all'istituto Humanitas di Rozzano per gli accertamenti fisici previsti dalla società nerazzurra prima di decidere o meno di tesserare l'ex terzino del Chelsea. Le due società hanno già l'accordo sulla base di un prestito di 6 mesi con un diritto di riscatto fissato a 10 milioni di euro. Molto presto Antonio Conte potrebbe riabbracciare un suo vecchio pupillo.

Concluso l'iter per portare Moses a Milano poi i nerazzurri si concentreranno su Eriksen.

Con il Tottenham ballano ancora 2 milioni di euro: l'Inter si è spinta a 15 milioni più 3 di bonus, gli inglesi ne chiedono 20. Tra domani e giovedì si cercherà l'affondo decisivo. Giroud è in stand-by in attesa di trovare una sistemazione a Politano, con la quale si sono riallacciati i rapporti con la Roma sulla base di un prestito con obbligo di riscatto. Anche Lazaro in uscita, a contenderselo il Newcastle e il Lipsia. Occhio anche a Vecino messo ai margini da Conte che interessa al Manchester United.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!